La notizia è di quelle che fanno sorridere, eppure il Bunyadi, così si chiama il primo ristorante al mondo per nudisti, è una realtà. Aprirà il prossimo giugno a Londra in un luogo ancora top secret è già ha fatto registrare un vero e proprio boom di prenotazioni – circa 10000 mila – tanto che per riuscire ad avere un tavolo occorre mettersi in lista d’attesa.

La filosofia che ha ispirato il locale è quella propria del movimento nudista, ovvero, un ritorno alla naturalezza delle origini, quando il corpo non veniva coperto con abiti e accessori. Vietati naturalmente anche gli smartphone e qualsiasi altro tipo di congegno elettronico, proprio in virtù della riscoperta dell’essenzialità.

Niente smartphone, ma, soprattutto niente vestiti, chi vuole mangiare al Bunyadi deve essere pronto a mettersi completamente a nudo, nel senso letterale della parola. Via tutto, vestiti e biancheria compresa, tutti a tavola come mamma ci ha fatti.

Al Bunyadi – che in lingua Hindi significa “naturale” – si segue la dieta Paleo, ovvero, una dieta vegana priva di glutine, latticini e derivati come ricotta, formaggio o mozzarella.. Il tutto viene servito su tavoli di legno e viene consumato in piatti e posate d’argilla in un’ambiente completamente privo di decorazioni alle pareti. Insomma, un vero e proprio ritorno alle radici dell’umanità, per riscoprire il gusto naturale dell’essenzialità.

Un’esperienza per molti versi catartica, diametralmente opposta al caos e all’artificio della vita moderna, dove l’essenziale è coperto da strati e strati di finzione.

In pratica i clienti vengono fatti accomodare in uno spogliatoio dove devono svestirsi completamente e gli viene consegnata una leggera vestaglia che potranno decidere di tenere o di togliere una volta giunti al tavolo e vivere un’esperienza di completa liberazione.

Vietatissimo fare foto o introdurre telefonini, tablet e smartphone. E voi riuscireste a cenare senza il vostro smartphone?