-->

Pane, pasta, pizza e dolci: spesso si pensa che gli unici cibi che contengono glutine facciano parte soltanto di queste tre categorie e si sbaglia di grosso. La sostanza, la cui intolleranza è meglio nota come celiachia, si trova anche in altri alimenti, magari inaspettati e a cui bisogna prestare più attenzione. Ecco di seguito un piccolo elenco in cui si spiega cosa non possono consumare i celiaci oltre ai classici prodotti farinacei.

Salsa di soia
La passione per la cucina giapponese non va purtroppo d’accordo con l’intolleranza al glutine. In effetti, il sushi può essere considerato generalmente “gluten-free” ma soltanto se non viene immerso nella salsa di soia: quest’ultima, infatti, viene preparata con la farina oppure con l’orzo (in alcuni casi entrambi), quindi è importante valutare altre opzioni per evitare questi ingredienti che contengono glutine.

Cioccolato
Possibile che anche il cioccolato sia proibito per i celiaci? Non mancano di certo le varietà che sono prive di glutine e che quindi sono l’ideale in questo caso, ma nella maggior parte dei prodotti si può leggere la farina di grano come uno degli ingredienti principali. Una attenta lettura delle etichette è quindi consigliabile.

Alcool
In questo caso bisogna subito precisare un dettaglio importante. Non tutto l’alcool contiene ovviamente glutine e stanno progressivamente aumentando le organizzazioni e le azienda alimentari specializzate nella creazione di alternative gluten-free. Nelle birre, ad esempio, è presente l’orzo, oltre a proteine idrolizzate del grano, di conseguenza non possono essere bevute dai celiaci. C’è anche chi afferma che il processo di distillazione di questa bevanda cancelli la proteina del glutine, ma non c’è nulla di vero. Lo stesso discorso vale per la vodka, a base di grano.

Zuppe
Il termine “zuppa” può far pensare a molte piatti, quindi sono necessarie delle distinzioni molto precise. Quelle che meritano più attenzione si trovano al supermercato e sono quelle già pronte (liofilizzate o in polvere), visto che presentano tra gli ingredienti la farina di grano e dunque il glutine. Il consiglio è di preferire zuppe fatte in casa e più sicure, con verdure di stagione e altri ingredienti di cui si conosce la provenienza (resistono bene dai 4 ai 5 giorni nel congelatore per i consumi successivi).

Provate alcune delle nostre ricette senza glutine, come la torta di castagne e salsiccia senza glutine, le alici fritte senza glutine oppure, se preferite un dolce, la crostata di albicocche senza glutine o i biscotti di okara senza glutine.