Bietole

bietola

La bietola appartiene alla famiglia delle Chenopodiacee: nota anche come coste, delle bietole vanno consumate non solo le foglie, ma anche le coste fogliari, in pratica la parte iniziale delle foglie, quella più bianca e più spessa. Originaria dei litorali del Mediterraneo, la bietola da coste è un ortaggio piuttosto resistente alla siccità che va seminato all’inizio della primavera o alla fine dell’estate. In effetti è un ortaggio presente durante tutto il corso dell’anno sul mercato che viene apprezzato in cucina soprattutto per la ricchezza di sali minerali. In Italia la bietola da costa viene coltivata soprattutto in Puglia, nel Sud Italia, nel Lazio, in Toscana e in Veneto. In ambito gastronomico le bietole da coste possono essere cucinate in diversi modi: andrebbero cotte preferibilmente al vapore per non perdere le proprietà nutritive. Attenzione però perché il tempo di cottura tende anche ad essere diverso: le foglie possono cuocere a vapore per 15 minuti e in pentola per 5 minuti mentre le coste richiedono circa 5 minuti di cottura in più. Le bietole da coste possono essere servite come contorno, come ingrediente per la zuppa, come ripieno, possono essere cotte al vapore o stufate e rappresentano uno degli ingredienti della tradizionale torta Pasqualina, una torta salata ripiena tipica della Liguria.