-->

Brioche, croissant o cornetto: il nome di questo dolce che allieta le nostre colazioni inganna e potrebbe far pensare che sia stato inventato dagli estrosi e abili panettieri francesi. In realtà, i nostri cugini d’oltralpe non c’entrano nulla con questo prodotto, anzi la sua creazione ha una storia particolare e curiosa che farà cambiare idea a molte persone.

Sembra quasi incredibile, ma il croissant è stato inventato in Austria, per la precisione verso la fine del ‘600. Entrando più nello specifico, nel 1683 i Turchi cercano di invadere e conquistare Vienna: per riuscire nel loro intento pensarono anche agli stratagemmi più astuti, come ad esempio lo scavo di alcune gallerie nelle ore notturne. Furono i fornai viennesi ad avvertire gli stani rumore che provenivano dal sottosuolo, di conseguenza non persero un solo secondo per avvertire la capitaneria di quanto stava accadendo.

L’allarme venne lanciato in tempo e gli Austriaci riuscirono a sconfiggere i Turchi. Il re polacco Giovanni III aveva aiutato in questa battaglia Leopoldo I, imperatore del Sacro Romano Impero, e suggerì ai fornai austriaci di festeggiare l’evento con un nuovo prodotto da forno per ricordare in eterno la vittoria. Ecco allora che si decise di inventare il croissant, dalla tipica forma a mezzaluna, proprio per ricordare il simbolo della bandiera turca.

C’è però un dettaglio che bisogna spiegare con maggiore precisione: perché i viennesi chiamano questo prodotto “kipferl”, cioè cornetto, un nome che non coincide in nessun modo con la versione francese (croissant significa infatti “crescente” e fa dunque riferimento alla lievitazione)? Il mistero è di semplice risoluzione. Il prodotto diventò molto apprezzato in Francia a causa del matrimonio nel 1770 tra Luigi XVI e l’austriaca Maria Antonietta, la quale non voleva rinunciare alle sue colazioni preferite.

Tra l’altro, il dolce da forno è diventato ancora più famoso storicamente grazie a una frase che viene attribuita alla stessa Maria Antonietta: con il popolo in rivolta per la mancanza del pane, la regina avrebbe affermato “Se non hanno pane, mangino brioches”. In realtà, sembra che la frase sia precedente di quasi mezzo secolo, ma viene spesso ricordata e enfatizzata. I francesi sono riusciti nel tempo a produrre il lievito giusto, aggiungendo il burro e specializzandosi nella pasta sfoglia. La prima ricetta ufficiale risale invece al XIX secolo.

Provate a preparare in casa i cornetti al cioccolato oppure a proporne una versione alternativa e insolita, come i mini croissant con fichi e nocciole.