-->

Gli innumerevoli modi di dire che caratterizzano la nostra lingua utilizzano spesso la parola “frittata” in senso negativo: espressioni come “la frittata è fatta” o “ribaltare la frittata” fanno pensare immediatamente a qualche pasticcio combinato, eppure questo piatto può dare grandi soddisfazioni, a patto di rispettare determinati suggerimenti per ottenere in ogni caso un risultato soffice e gustoso.

Uova da sbattere e sofficità
Prima di tutto, bisogna ricordare che le uova non devono essere in nessun caso sbattute eccessivamente. Che cosa significa esattamente questo? Prima della cottura vera e propria, si utilizza una forchetta e si mescolano le uova il giusto, in modo da ottenere il giusto amalgama tra il bianco e il tuorlo, senza puntare all’omogeneità assoluta se si intende preparare una frittata davvero soffice. Un albume montato a neve da incorporare all’amalgama migliorerà ulteriormente la consistenza del piatto.

La cottura
Per quel che riguarda la cottura, poi, si deve prestare ancora più attenzione. In particolare, la padella va scaldata in maniera opportuna e soltanto dopo aver ottenuto la temperatura ideale si possono aggiungere il burro oppure l’olio (a seconda di quello a cui si è maggiormente abituati). La cottura iniziale deve avvenire a fuoco medio, da abbassare in maniera progressiva: il passaggio successivo consiste nell’aggiunta delle uova sbattute, senza dimenticare di incidere la frittata (in questo modo la parte più liquida non tenderà a scivolare).

Vapore e omogeneità
L’altezza e lo spessore del risultato finale dipenderanno anche dall’utilizzo di un coperchio che si adatti alle dimensioni della padella, così da permettere al vapore di svolgere il suo dovere. La padella deve essere scossa a cadenza regolare durante la cottura, altrimenti le uova tenderanno ad attaccarsi sul fondo e sarà sempre più difficile staccare il tutto. La frittata va spostata anche ai lati, il consiglio più utile se si vogliono evitare risultati cotti soltanto nella parte centrale.

Aggiunta degli ingredienti
Ogni frittata è ovviamente diversa dall’altra. Nel caso se ne voglia preparare una con delle verdure, allora bisogna aggiungere il tipo di verdura scelta dopo averla cotta in precedenza e poi far cuocere il tutto in padella. Per girare la frittata la si deve far scivolare su un coperchio piuttosto grande, come ad esempio un piatto piano, per poi ribaltarla di nuovo nella padella.

Provate alcune delle migliori ricette di frittate, come ad esempio la frittata di patate rosse e cipolle, la frittata di carciofi e piselli, la frittata con pomodori verdi, la frittata alle erbe aromatiche e, perchè no, una frittata “alternativa”: i muffin di frittata con zucchine tonde, ottimi anche per una colazione salata.