-->

Un forno sporco può essere paragonato senza esagerazioni a un fuoco pericoloso che cresce: più la fiamma si alimenta e più il cibo viene contaminato. Se si trasforma questa fondamentale apparecchiatura in un disastro ambulante, allora verranno mangiate pietanze sempre peggiori e disgustose. La pulizia del forno può sembrare complicata e faticosa, in realtà esistono dei metodi che possono velocizzare e rendere decisamente più piacevole questa operazione.

Forni autopulenti
Esistono dei forni con dispositivi autopulenti: il vantaggio è innegabile, si evita qualsiasi fatica e basta seguire le istruzioni per ottenere grandi risultati, ma questo non vuol dire che si possa fare tutto distrattamente. In effetti, alcuni modelli possono assicurare come le griglie non vadano rimosse durante la pulizia automatica, peccato che si rischia seriamente di scolorirle e di complicare il loro “incastro” all’interno del forno stesso. Il consiglio è di avviare il dispositivo con la massima cautela e rimuovere incrostazioni e residui di cibo con un raschietto di plastica oppure uno straccio imbevuto di acqua e bicarbonato di sodio.

Bicarbonato di sodio
L’aggancio con l’ultimo suggerimento del paragrafo è immediato. Si tratta di un ingrediente attivo e immancabile nei più diffusi detergenti da utilizzare per la pulizia del forno. Per riuscire ad avere un detergente economico e fatto in casa, è sufficiente riempire un normale flacone di plastica con spruzzino con acqua tiepida e due cucchiai di bicarbonato: dopo aver spruzzato questo composto all’interno dell’apparecchio e aver aspettato una notte, la mattina successiva va rimosso con acqua fredda.

Aceto e sale
Il grasso può diventare meno ostile aggiungendo dell’aceto al bicarbonato presente nella bottiglia-spray citata in precedenza. Ancora una volta il consiglio è quello di spruzzare il detergente così ottenuto nel forno e aspettare la mattina successiva prima di pulire completamente. Lo stesso discorso può essere fatto con il sale. Questo ingrediente è fondamentale nel caso di cibo caduto accidentalmente nel forno e cotto.

Ammoniaca
L’ultimo suggerimento prende in considerazione l’ammoniaca. I forni elettrici possono infatti essere agevolmente puliti con i suoi vapori: il consiglio è di sistemare mezza tazza di ammoniaca in un foglio di carta stagnola, posizionando una bacinella di acqua bollente al centro della griglia. I vapori dell’ammoniaca sono in grado di penetrare a fondo nel grasso e nello sporco in genere.