-->

Le feste ci invitano spesso a preparare tante ricche pietanze, sia nel giorno della vigilia che per il pranzo di Natale. Dopo aver preparato i migliori primi per il pranzo di Natale, può capitare che le portate siano state troppo abbondanti, che alcuni ospiti non abbiano potuto partecipare o che siano avanzati piatti che si rivelano ancora buoni e tutti da gustare. Ma come è possibile riciclare gli avanzi del cenone di Natale in modo creativo?

Se è avanzato del risotto, magari con prodotti di stagione come il radicchio, la salsiccia o la zucca, è possibile creare un antipasto per la sera di Natale molto interessante. Il risotto va tenuto in frigorifero e quindi messo in una padella antiaderente con un filo di olio di semi. Al riso va quindi aggiunta una generosa grattugiata di formaggio grana e con una paletta si deve schiacciare il composto fino a farlo diventare simile ad una frittata. Bisogna avere un po’ di pazienza per preparare questa ricetta, che si rivela però gustosissima in quanto il risotto comincerà piano piano a fare una bella crosticina croccante e potrà essere servito in tavola come sfizioso antipasto o anche come spuntino spezzafame.

Se abbiamo avanzato della carne, come l’arrosto o anche lo spezzatino, il riciclo creativo può guardare alle polpette. Con del pane vecchio bagnato nel latte, la carne tritata e un uovo possiamo quindi creare delle polpettine speciali, che possono essere fritte o cotte al forno e accompagnate con il sugo di pomodoro.

Se sono stati avanzati dei contorni, soprattutto spinaci o le classicissime patate al forno, è ideale preparare una bella frittata di verdure. In una ciotola rompiamo le uova e sbattiamole con dolcezza, aggiungendo del latte, del formaggio grattugiato e un pizzico di sale e di pepe. Aggiungiamo quindi le nostre verdure di contorno, che saranno già belle saporite, e creiamo una frittata che può essere gustata come antipasto, ma anche come secondo piatto creativo.