-->

L’Italia è una delle patrie indiscusse del protagonista di oggi.
Bianco o nero sono i suoi colori.
Esprime il massimo del gusto in autunno, ma è presente tutto l’anno.
Alba e Aqualagna sono le capitali insieme a Norcia per le loro fiere e i loro mercati di vendita.
Stiamo parlando del tartufo, il fungo più amato e odiato al mondo.
Nonostante il suo prezzo riesca a toccare livelli imbarazzanti, non tutti lo vedono come manna dal cielo quando bisogna cucinarlo.

Come si cucina il tartufo?

Come si può esaltare al massimo il sapore e il profumo del tartufo e renderlo l’elemento distintivo delle nostre pietanze? Per prima cosa è fondamentale che il tartufo venga consumato il più fresco possibile, entro qualche giorno dalla raccolta, in modo da mantenere inalterato il turgore e il profumo inconfondibile. Solitamente parliamo di una durata media di una settimana, anche se il tartufo nero si riesce a conservare per un periodo di tempo leggermente più lungo.

Ci sono cibi che sottolineano meravigliosamente tutte le proprietà olfattive del tartufo e vedremo insieme quali.
Il modo migliore per gustarlo è grattugiarlo crudo con l’apposito attrezzo direttamente sulla pietanza (dopo averlo pulito bene) proprio come si farebbe con un parmigiano.
Ben vengano quindi le uova al tegamino, una bella tagliata, un morbido risotto o una fumante lasagna.
Ci sono però abbinamenti meno conosciuti tra il tartufo e altri ingredienti, pietanze che mai pensereste di proporre e che invece stanno bene insieme come lo champagne e la musica di Chet Baker.

Tartufo e cavolo
Provate a preparare una zuppa calda di cavolo e lasciare che il tartufo sia la nota armonica a concludere. Se non siete così coraggiosi, potete semplicemente mantecare la vostra zuppa con del burro aromatizzato al tartufo. Non sarà la stessa cosa ma il vostro portafoglio tirerà un sospiro di sollievo.

Tartufo e fegato
Il tournedos alla Rossini detta legge. Ottimo con il fois gras e con la nota ferrea del manzo.
Una curiosità. Daniel Boulud, nel suo Bistrot Moderne di New York, propone hamburger farcito di fois gras e tartufo e servito con un panino al Parmigiano Reggiano. Magari troppo costoso per serate a base di serie tv sul divano…

Tartufo e frutti di mare
Immaginate una serata veramente speciale; tipo quando dovete chiedere alla vostra Lei di sposarvi. Allora spendete una follia in aragosta e tartufo e preparate un piatto in cui gli ingredienti si amano alla follia. Altrimenti anche le capesante andranno benissimo!

Tartufo e maiale
La patria indiscussa di questo abbinamento è di certo la Toscana, la Maremma nello specifico. Se siete in vacanza nell’entroterra grossetano non potrete esimervi, almeno una volta, dal provare le salsicce tartufate o vari generi di insaccati proposti dall’oste di turno. Lo amerete, assicurato!