-->

I cappelletti sono un piatto tipico della tradizione romagnola, una tipologia di tortellini molto piccoli, che vengono gustati asciutti oppure in brodo. I cappelletti sono un piatto ricco, perché per prepararli vengono impiegati molti ‘resti’ dei salami e degli insaccati, come i fondi delle mortadella, dei prosciutti e delle soppresse, nonché una generosa quantità di uova e di formaggio grattugiato. La sfoglia è grezza ma amabile, e la caratteristica principale dei cappelletti è la loro forma molto piccola, ottima per le calde minestre invernali.

Dove gustare i cappelletti in brodo in Romagna? Sappiamo che la tradizione romagnola propone tanti ristoranti e locande da leccarsi i baffi, dove è possibile gustare i piatti tipici della tradizione. I cappelletti sono un piatti diffuso in tutta la regione Emilia Romagna, dove si possono gustare principalmente a Ferrara, città che lo stesso pellegrino Artusi citava come patria di questo prelibato primo patto ripieno.

Secondo il popolo del web, i migliori cappelletti in brodo si possono gustare da Ca’ d’Frara, ristorante che si trova nella bella città romagnola in via del Gambero. In questa trattoria i cappelletti sono un vero e proprio must, presentati nella classica versione in brodo oppure asciutti e accompagnati dai sughi tipici della tradizione.

In città meritano di essere citati i cappelletti della trattoria La Ferrarese di via Vallelunga, un posto in cui è possibile gustare la cucina tipica del luogo e dove un buon piatto di cappelletti si trova sempre, accompagnato alla carne, al pesce della tradizione e a tanti altri buoni formati di pasta ripiena.

Un ultimo ristorante dove è possibile gustare ottimi cappelletti è Il Cucco di via Volta Casotto. Si tratta di un locale che propone piatti della tradizione ferrarese, in particolare la salama da sugo e gli ottimi cappelletti cotti nel brodo di cappone.