Con il termine Champagne si indica una particolare tipologia di vino prodotta in un’unica zona della Francia detta, appunto, Champagne, da cui deriva anche il nome con cui questo prodotto vinicolo è conosciuto in tutto il mondo.

Lo champagne, ha differenza di tutte le altre tipologie di vino, ha un inventore riconosciuto, il frate benedettino Dom Perignon, e ancora oggi lo champagne Dom Perignon è tra i più pregiati e costosi al mondo. Va al frate benedettino, infatti, il merito di aver messo a punto quello che è poi diventato il metodo di vinificazione dello champagne, ovvero, il metodo “champenoise” o metodo classico.

Il metodo champenoise prevede la rifermentazione in bottiglia del vino utilizzato come base attraverso l’aggiunta di lieviti e zuccheri. La rifermentazione in bottiglia crea le caratteristiche bollicine che sono il risultato della formazione di anidride carbonica nella bottiglia.

Lo champagne può essere prodotto sono con determinati vitigni che sono lo Chardonnay, il Pinot Meunier e il Pinot nero. In misura minore, si possono utilizzare anche uve Arbanne e Petit Meslier. Tutti i vitigni utilizzati per la produzione dello champagne devono essere coltivati solo ed esclusivamente nella zona di Champagne.

In commercio si possono trovare due tipologie di champagne, quello bianco e quello rosè con una gradazione alcolica che si aggira intorno a 12-13% vol.

Lo champagne rosè spesso viene abbinato al tartufo e grazie alla sua gradazione alcolica non troppo elevata è adatto ad essere bevuto durante tutto il pasto. E’ l’ideale bere insieme ad un piatto di tagliolini con vongole e tartufo.

La produzione dello champagne è regolata da un rigido disciplinare che impone anche la vendemmia manuale, vietando l’uso delle vendemmiatrici.

Lo champagne è una tipologia di vino, quindi, parlare di vere e proprie differenze non è corretto, esistono piuttosto differenze rispetto ad altre tipologie di vino legate al metodo di lavorazione.

  • Lo champagne viene fatto rifermentare in bottiglia e non in botte
  • Lo champagne ha una gradazione alcolica inferiore rispetto al vino
  • Le bottiglie di champagne sono chiuse con tappi a forma di fungo anziché cilindrici.

 

Gli champagne sono abbinati spesso a portate a base di pesce e frutti di mare. Il più classico degli abbinamenti è quello con il caviale. Lo champagne è ottimo anche per accompagnare un aperitivo raffinato, magari a base di insalata di gamberi e melone o di capesante gratinate.