Persone
4

Cottura

Tempo realizzazione

Difficoltà
Facile

Ingredienti

per 4 persone

Non c’è sicuramente pasticcino più dolce del bacio di dama. Due buonissimi biscottini che sembrano baciarsi uniti dal cioccolato fondente. Una vera delizia per il palato e sicuramente anche per gli occhi. Sono venduti da moltissime pasticcerie in tutta Italia ma, li avete mai preparati a casa? Oggi vi proponiamo la nostra ricetta classica dei baci di dama, farli è semplicissimo e sicuramente vi darà molta soddisfazione.

Questi dolcetti nascono nella città di Tortona più di cento anni fa, quando un cuoco della famiglia Savoia era alle prese con fornelli, cucchiai, farine, zucchero e tutto ciò che poteva essere utile per soddisfare immediatamente una richiesta del suo Re, Vittorio Emanuele II: preparare un dolce dal sapore nuovo. Mescolando gli ingredienti e frullando insieme qualche idea fantasiosa, ecco che nascono i baci di dama. E’ stato poi il cavalier Stefano Vercesi sul finire del 1810 a modificare la ricetta sostituendo le nocciole con le mandorle e brevettando i “baci dorati”. Presentati alla fiera internazionale di Milano nel 1906, vincono la medaglia d’oro, massimo riconoscimento di pasticceria del tempo.

Preparazione - Baci di dama

1. Per preparare i baci di dama mettete la farina di mandorle e la farina 00 nel frullatore, aggiungete lo zucchero semolato e il burro freddo di frigorifero tagliato a pezzi. Frullate tutto per bene ed aggiungete il latte, sempre mentre il frullatore è in azione, gradatamente, un cucchiaino alla volta fino a che l’impasto non ha la consistenza di una pasta frolla. Tiratelo fuori dal frullatore, avvolgetelo nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare in frigorifero 30 minuti.

baci di dima proc 1

2. Trascorso il tempo tirate fuori l’impasto da frigorifero, mettetelo su una spianatoia leggermente infarinata e formate delle piccola palline. Disponetele su una teglia ricoperta di carta forno e cuocetele per 15 minuti a 180 gradi.

baci di dama proc 2

3. Fate sciogliere il cioccolato fondente, poi attendete qualche minuto per far si che si indurisca leggermente, ed infine farcite i biscottini.

baci di dama proc 3

Dopo 20 minuti di riposo in frigorifero, i baci di dama sono pronti da gustare.

baci di dama foto fine procedimento

Trucchi e consigli

– Se volete potete sostituire la farina di mandorle con quella di nocciole.

– I baci di dama si conservano una settimana in un contenitore ben chiuso.

Se volete arricchire il vostro vassoio di pasticcini home made provate anche i cannoncini alla crema e i bignè.