-->

Panna montata, vaniglia e il gioco è fatto: la crema chantilly è una delle preparazioni dolci più utilizzate in pasticceria, ottima per farcire e decorare le torte, ma soprattutto il pan di Spagna. Ma da chi è stata inventata esattamente? La storia di questa crema merita un approfondimento, anche perché è necessario fare un salto indietro nel tempo di ben quattrocento anni.

Le versioni del ‘500
Già nel corso del ‘500 vennero preparate delle creme che somigliavano molto alla crema chantilly moderna. Ad esempio, i cuochi Cristoforo di Messisbugo e Bartolomeo Scappi citarono una “neve di latte” nei loro scritti, in pratica una panna montata a cui venivano aggiunti lo zucchero e altri aromi.

La ricetta francese
Per capire le origini della crema chantilly bisogna però far riferimento alla Francia del XVII secolo. Solitamente si attribuisce l’invenzione a un cuoco, François Vatel, che lavorava nelle cucine del Castello di Chantilly (nella parte settentrionale del paese transalpino). Nel 1671 Vatel organizzò una sorta di banchetto in onore del duca di Condè, proprietario del castello, e di suo cugino Luigi XIV. Il tutto durò ben tre giorni, dal 23 al 25 aprile, con pasti sontuosi, illuminazioni e divertimenti. Purtroppo Vatel ebbe dei problemi in cucina con le scorte alimentari: in particolare, le spedizioni di panna che erano state pianificate per servire i dolci non andarono come ci si sarebbe aspettati. La poca panna rimasta venne aumentata di volume da Vatel e aromatizzata. Era così nata la prima ricetta della crema chantilly.

Le ricette successive
Non si tratta comunque dell’unica ricetta storica. Negli anni successivi, infatti, furono pubblicati diversi libri di ricette in cui si parlava della crema e dell’utilizzo di vaniglia e albumi. Un secolo dopo il banchetto che si è descritto prima, venne aggiunto anche lo zucchero. Verso la fine del ‘700, inoltre, sorse il borgo di Chantilly, proprio ai piedi del famoso castello, un edificio ispirato a semplicità e naturalezza.

La crema chantilly oggi
Come già sottolineato, questa preparazione è perfetta per farcire pan di Spagna e la piccola pasticceria in generale. Oltre alla ricetta classica, esiste anche quella della crema chantilly all’italiana (crema diplomatica), ottenuta dalla panna montata mescolata a della crema pasticcera e ottima sia come base per dolci e dessert sia come dolce al cucchiaio. Un’altra versione interessante è quella della crema chantilly senza lattosio, una ricetta che prevede panna di soia e latte di soia come ingredienti.