-->

Tante ricette e varianti, ma lo scopo rimane sempre lo stesso: come suggerisce bene il nome, la salsa barbecue è il condimento ideale per la carne cotta alla griglia, in modalità barbecue per l’appunto. Una ricetta che fa venire subito in mente gli Stati Uniti e il rustico West degli albori, ma chi l’ha inventata esattamente? La storia è piuttosto lunga e va approfondita nei suoi dettagli più interessanti.

Tutto ha inizio verso la fine del ‘600 quando in un documento di viaggio viene appuntata una descrizione del maiale cotto alla griglia insieme ad erbe aromatiche, spezie e una salsa a base di burro fuso, pepe di Cayenna e salvia. Per avere un altro riferimento del genere bisognerà attendere il 1867, al termine della Guerra Civile americana. In quell’anno una vedova della Georgia pubblicò un libro dedicato alle giovani e inesperte casalinghe del tempo.

Nel volume era presente un riferimento interessante alla salsa barbecue, preparata quasi esclusivamente con burro e aceto. Esistono comunque altre ricette antiche. Ad esempio, la prima ricetta commerciale fu quella della Georgia Barbecue Sauce Company di Atlanta nel 1909. Si poteva leggere allora come la salsa fosse “la più deliziosa soluzione per condire manzo, maiale, pesce, ostriche e carne di montone”, insomma una versatilità davvero unica.

C’è poi un episodio del 1917 che vale la pena menzionare. Adam Scott aprì un ristorante a Goldsboro e introdusse una salsa barbecue, la cui ricetta gli fu ispirata da un sogno, nonostante tra gli ingredienti fosse presente soprattutto l’aceto, nulla di speciale rispetto al resto delle altre varianti. Una delle versioni moderne più apprezzate è quella originaria del Kansas, in cui la salsa ketchup ha un ruolo da grande protagonista.

Ve ne sono altre che invece non disdegnano i funghi, senza dimenticare le salse che vengono preparate con lo sciroppo di mais, ingrediente che non convince però tutti. La preparazione più classica prevede che si soffrigga in padella della cipolla tritata in maniera molto fine insieme all’aglio, l’olio o il burro e l’aceto di vino bianco. Bisogna poi aggiungere lo zucchero, la salsa di pomodoro, il sale e il peperoncino. Gli ultimi condimenti prima della cottura sono quelli del pepe e della salsa Worcestershire.