Persone
2

Cottura

Tempo realizzazione

Difficoltà
Facile

Ingredienti

per 2 persone

Le cipolle borettane vengono coltivane fin dal 1400 a Reggio Emilia. Piccole, dalla forma appiattita e un gusto molto caratteristico, hanno ormai conquistato un posto di rilievo sulle tavole dell’intera penisola. Le cipolle borettane cotte in aceto balsamico che vi propongo oggi rappresentano un contorno gustoso dal sapore inconfondibile: la dolcezza dello sciroppo d’aceto balsamico di Modena, che si crea durante la cottura, si sposa perfettamente con il sapore aspro e deciso delle cipolle. Possono essere servite insieme a dei salumi oppure come accompagnamento per secondi piatti di carne, ma sono ottime anche accompagnate solo con un po’ di pane e un bicchiere di vino rosso.

Preparazione - Cipolle borettane in aceto balsamico

1. Mondate le cipolle: tagliate l’estremità e togliete il primo strato se non aderisce perfettamente alla cipolla. Lavate le cipolle sotto acqua corrente, versate l’olio nella padella e disponete le cipolle nella padella una accanto all’altra.

cipolle borettane_procedimento1

2. Cospargete le cipolle con lo zucchero e coprite con il coperchio. Lasciate cuocere a fuoco basso fin quando lo zucchero non si scioglie bene. Girate le cipolle, salatele e cuocete per lo stesso tempo dall’altra parte.

cipolle borettane_procedimento2

3. Versate pian piano l’aceto balsamico sulle cipolle. Fate attenzione a bagnarle tutte con l’aceto. Coprite e cuocete altri 10 minuti.

cipolle borettane_procedimento3

4. Girate nuovamente le cipolle e cuocete fin quando l’aceto non si riduce a una consistenza sciropposa e densa. Bagnate tutte le cipolline con la riduzione, coprite e lasciate riposare per 5 minuti. Servite non troppo calde.

cipolle borettane_procedimento4

Trucchi e consigli

– Potete conservare le cipolle in un barattolo di vetro in frigo per 14 giorni circa e servirle fredde come un antipasto o un codimento.

– Per dare un sapore più originale alle cipolle, aggiungete durante la cottura del pepe rosa e chiodi di garofano.

– Cuocete le cipolle a fuoco basso. Una temperatura troppo alta potrebbe bruciare lo zucchero e le cipolle finirebbero per diventare amare.