-->

Eliminare l’aglio dalla propria dispensa equivale a rinunciare ad un aroma prezioso che rende unici alcuni piatti, dalla classica bruschetta agli spaghetti aglio, olio e peperoncino, passando per ricette d’autore come il pollo aglio e limone. Non è uno segreto però che l’aroma persistente dell’aglio potrebbe essere imbarazzante e fastidioso. Esistono tuttavia alcuni piccoli trucchi, per lo più rimedi della nonna, che permettono di eliminare l’odore di aglio senza quindi dover rinunciare a questo prezioso bulbo che tra le altre cose è anche un valido alleato della salute, essendo considerato un antibiotico naturale, un antiparassitario e un antimicotico.

Per eliminare l’odore di aglio dalla bocca è consigliato masticare della senape, delle foglioline di menta fresca, della salvia, dei chiodi di garofano, dei semi di anice oppure del prezzemolo. Consigliato eventualmente anche ingerire l’aroma prescelto dopo averlo masticato in modo da impedire all’odore dell’aglio di risalire dallo stomaco. Può inoltre aiutare in tal senso tenere in bocca dei chicchi di caffè oppure bere o limonata. Importante anche lavarsi i denti avendo cura di spazzolare anche la lingua, facendo inoltre degli sciacqui con acqua e bicarbonato o con un collutorio alla menta. Per eliminare invece l’odore di aglio dalle mani è consigliato lavarle strofinandole con del succo di limone, del bicarbonato oppure con del caffè in polvere.

In realtà, l’odore di aglio può essere eliminato anche preventivamente, ossia facendo bollire gli spicchi di aglio in acqua o latte prima di utilizzarlo.