Persone
2

Cottura

Tempo realizzazione

Difficoltà
Facile

Ingredienti

per 2 persone

La cremè brulée è un dessert di origine francese, uno dei più conosciuti al mondo. Il suo nome, letteralmente, significa “crema bruciata” e la sua storia risale al XVII secolo. Perché bruciata? Ovviamente per via del guscio croccante e profumato di caramello, che si crea sopra la crema dopo il passaggio nel forno oppure con la fiamma viva. La creme brulée è composta dai tuorli, zucchero e panna, aromatizzata con la vaniglia e poi infornata a bagnomaria in forno ad una temperatura non troppo alta per circa un’ora. Il risultato è una crema delicata, cremosa ed estremamente golosa. Viene servita ricoperta con uno strato di zucchero assai generoso, che viene caramellato, quasi bruciato, per creare una crosta sulla superficie, uno degli elementi caratteristici di questo dolce al cucchiaio. La crème brulée può essere servita per qualsiasi occasione e anche se è un dolce semplice ed assai popolare, fatto bene, viene sempre apprezzato. Ecco come prepararlo.

Preparazione - Cremè brulée

1. Mettete la bacca di vaniglia nella panna e lasciatela per qualche ora in modo da aromatizzare la panna. Versate la panna in una pentola e portate all’ebollizione. Spegnete la fiamma quando la panna si gonfierà. In una ciotola versate lo zucchero e unite due tuorli. Amalgamate tutto usando una spatola.

Creme brulè procedimento

2. Usando le fruste elettriche, sbattete 50 grammi di  zucchero con i tuorli fino ad ottenere una crema spumosa e chiara. Aggiungete la vaniglia in polvere e rimescolate. Versate sopra il composto la panna leggermente raffreddata, poca alla volta, e mescolate continuamente fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.

Creme brulè facile

3. Preparate le terrine di ceramica oppure le cocottè  apposta per la creme brulée e riempitele fino a 3/4 dell’altezza. Riempite una teglia con l’acqua bollente e mettete le terrine nell’acqua. Deve arrivare a metà delle terrine. Infornatele in forno preriscaldato a 160 °C per un’ora. Sfornate e fate raffreddare. Cospargete con lo zucchero di canna e passate con un cannello da pasticceria oppure mettetele nella parte alta del forno, con la parte superiore accesa, fino a caramellare lo zucchero e a fargli assumere un colore marrone chiaro. Servite subito.

Creme brulè fatta in casa

La crème brulée è pronta da servire!

Creme brulè ricetta originale

Trucchi e consigli

– Se volete usare solo la bacca di vaniglia, mettetela tagliata in senso verticale e intera nella panna, quindi riponete il tutto in frigo, all’interno di un barratolo di vetro, e lasciatelo lì per tutta la notte.

– Se servite il dolce subito, dovete farlo raffreddare prima di procedere con la caramellizzazione dello zucchero. Se invece preparate la crème brulée in anticipo, mettetela in frigorifero senza lo zucchero caramellato. Lo strato di zucchero caramellato deve essere preparato sempre al momento, subito prima di servire il dessert.

– Potete preparare una versione meno classica di questo dolce: aromatizzate la crema con il caffè, aggiungete le fragole oppure il liquore che preferite.

Volete provare a preparare anche altri dolci francesi? Ecco le nostre proposte: clafoutis alle ciliegie, eclair con crema allo yogurt e salsa ai lamponi e macarons alla papaya.