-->

Ravanello cinese, ravanello giapponese, ravanello invernale: sono questi tre i nomi alternativi con cui è conosciuto il daikon, la radice bianca commestibile a cui sono associate moltissime proprietà benefiche. Ma da dove arriva e come si mangia esattamente questo ortaggio miracoloso? La diffusione maggiore del daikon è senza dubbio in Giappone, ma in realtà sono alcuni paesi dell’Asia orientale che possono vantare l’origine. Resta comunque il fatto che la parola “daikon” è giapponese e significa letteralmente “grossa radice”.

Altro nome con cui viene indicato è “mooli”, una parola che si può sentire pronunciare in Asia e nel Regno Unito. Il colore è bianco, mentre la forma ricorda molto quella di una carota: per quel che riguarda il sapore, poi, è decisamente forte e piccante. Il suo ruolo da protagonista nella cucina giapponese si riferisce ad alcuni piatti. In particolare, il daikon è perfetto per preparare minestre, zuppe e stufati: a proposito di stufati, una delle ricette più interessanti e che vi consigliamo di provare è quella del daikon stufato con pomodori, una preparazione semplice, veloce e molto nutriente, perfetta per una cena leggera.

Il daikon grattugiato, poi, è tipico di molte insalate nipponiche, anche se molto più spesso lo si può trovare impiegato come decorazione di piatti a base di sashimi o natto. Si abbina bene persino a tempure e fritti. Questo non vuol dire, però, che non possa essere sfruttato per qualche ricetta insolita, come ad esempio lo sformato di daikon, delicato, leggero, dal gusto particolare e adatto a chi vuole evitare le uova. La stessa importanza si ritrova nella cucina cinese, vietnamita e indiana, mentre in Italia sta ancora tardando ad affermarsi pienamente.

Si parlava in precedenza di effetti benefici di questa radice, possibile che sia un toccasana per tutti i mali? Al daikon viene riconosciuta la capacità naturale di bruciare i grassi, agendo su alcune parti del corpo a seconda del tipo di consumo (fresco o secco). Inoltre, è ricco di minerali importanti per il nostro organismo come il calcio, il potassio, il magnesio, il ferro e il fosforo, senza dimenticare le vitamine (C e quelle del gruppo B). Interessante è anche il contenuto di fibre. La descrizione di queste proprietà è completata dalle virtù disintossicanti, diuretiche e drenanti.