-->

Gli asparagi sono una leccornia tipicamente primaverile, perché questi tuberi così speciali cominciano ad essere raccolti e proposti a partire dai mesi di marzo e aprile. Il punto di più famoso in Italia per la coltivazione degli asparagi è Bassano del Grappa, popoloso centro del vicentino dove la tradizione degli asparagi è antica e dove si incontrano tanti ristoranti che li propongono nei loro menù. In particolare, essi vengono proposti nel risotto con asparagi e gamberetti, negli involtini di prosciutto cotto e asparagi e nei classici ‘uvi e sparexe’, ovvero le uova sode e ridotte a pezzetti che vengono accompagnate con asparagi freschi cotti al vapore e conditi con un buon filo di olio extravergine di oliva. Gli asparagi vengono inoltre gustati come contorno e come ingrediente chiave di tagliolini e pasta fresca artigianale.

Quali sono i migliori ristoranti dove mangiare gli asparagi a Bassano? In città e nei paesi limitrofi esiste una vera e propria tradizione, ma fra i molti luoghi di ristoro merita di essere citato il ristorante Da Bauto in via Trozzetti a Bassano del Grappa, il numero uno per quanto riguarda la tradizione. Da Bauto è possibile gustare il vero asparago Doc del bassanese, preparato in tante ricette della tradizione. Grazie alle scelte regionali di prim’ordine, il ristorante è un punto di riferimento anche per chi ama i tartufi e spesso le preparazioni vengono effettuate ‘a vista’ sotto gli occhi ammaliati dei commensali, in un ambiente raffinato e arredato come un tempo.

Chi desidera associare all’esperienza culinaria una visita nel cuore della città può gustare gli asparagi al ristorante Al Ponte di Bassano, dislocato sulle rive del fiume che attraversa la città. Si tratta di un’osteria antica, curatissima nell’arredo e ricca di proposte enogastronomiche di alto livello. Gustare un piatto di asparagi accompagnati dai vini bianchi locali è un’esperienza indimenticabile, grazie anche alla vista sul fiume e sull’adiacente Ponte degli Alpini.