-->

La filosofia crudista è in continua ascesa nel nostro presente, perché chi la segue sceglie di consumare solo cibi crudi, oppure cotti ad una temperatura molto bassa, che non supera mai i 42°. Si tratta di una scelta alimentare speciale, perché rispettando la composizione dei cibi si ha la possibilità di gustarne il sapore autentico e di non alterare la loro composizione nutrizionale. Sono tanti i piatti che si possono preparare, dalle lasagne crudiste fino agli spaghetti crudisti di zucchine con pomodoro.

In Italia sono pochi i ristoranti che propongono una cucina completamente crudista, ma essi sono ricercati e di grande qualità. Il primo e forse più famoso fra i migliori locali crudisti in Italia è il Tutto Crudo di Roma, dislocato nella Capitale in zona Parioli. Il ristorante propone un menù attento e biologico, accompagnato da vini ricercati bio e biodinamici e da birre a bassa fermentazione. Il ristorante propone anche consegne a domicilio e ciò che è rimasto invenduto viene donato al circuito Equo Evento contro gli sprechi alimentari.

A Milano il migliore ristorante crudista è indubbiamente il Mantra Raw Vegan, un locale che associa un ambiente delicato, arredato con colori pastello e materiali naturali ad un menù ricercato, dove per prepararlo non vengono impiegati forni, piastre o fornelli di sorta.

Dai ravioli al kimchi alle polpette di cioccolato, dalle lasagne con ricotta e macadamia fino alle tante e saporite insalatone, il Mantra Raw Vegan Food permette di vivere un’esperienza gastronomica ricercata, rispettosa del sapore dei cibi e del loro valore nutrizionale.

Serate crudiste di eccellenza possono essere gustate anche al ristorante Verger di Milano, le quali vengono organizzate con frequenza dallo chef Vito Cortese. Anche in questo caso la soglia dei 42° non viene mai superata e le proposte gastronomiche sanno abbinare alla perfezione verdure e frutta con ingredienti ricercati e con soluzioni esotiche di grande fascino. La proposta si completa anche con workshop che permettono alle persone di imparare la cucina crudista, organizzati dallo chef e dallo stesso locale.