Persone
12

Cottura

Tempo realizzazione

Difficoltà
Medio

Ingredienti

per 12 persone

La pastiera napoletana è tra i dolci più popolari della tradizione partenopea, l’antica ricetta sembra  addirittura risalire al XIV secolo. Caratteristica della Pasqua, la pastiera assume in questa occasione un significato augurale. Il suo profumo è tipico e irresistibile. Ricotta e grano – ovvero gli ingredienti base – rappresentano infatti i tradizionali simboli del benessere familiare. Nata all’interno dell’antico convento di San Gregorio Armeno, le suore erano vere maestre della pastiera napoletana, e nel periodo pasquale ne confezionavano in gran numero per la ricca borghesia. Non è difficile da preparare, ma i tempi sono un pò lunghi. In compenso vi darà grandissima soddisfazione. Proviamo a prepararla insieme!

Preparazione - Pastiera napoletana

1. Per prima cosa togliete la pasta frolla che avete preparato il giorno prima dal frigorifero e lasciatela a temperatura ambiente. Versate il grano in un tegame aggiungendo il latte e lo strutto. Far bollire e mescolate finchè non diventa una crema.

fase 1 cottura grano

2. Togliete dal fuoco e lasciate raffreddare. A questo punto nella planetaria sbattete le uova con lo zucchero.

fase 2 preparazione interno

3. Inserite le fialette di fiori d’arancio, la vaniglia, la ricotta ed infine il grano. Frullate fino a che tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati.

fase 3 ingredienti

4. Stendete la pasta frolla e mettetene un po’ da parte per le striscette che serviranno per la decorazione del dolce. Lo strato di pasta frolla non deve essere troppo sottile. Rivestite con esso la teglia. Distribuite la crema riempendo fino ai bordi. Decorate con le strisce di pasta frolla e infornate a 180° per circa un’ora. Tolta dal forno, fatela raffreddare prima di posizionarla nel vassoio.

fase 4 assemblaggio

Ecco pronta la vostra pastiera napoletana.

Pastiera fine procedimento

Trucchi e consigli

–  La pastiera può essere conservata a temperatura ambiente per circa 6 giorni.

–  Non dimenticatevi di girare di continuo il grano, per evitare che si attacchi al fondo della pentola.

– In fase di cottura potete tranquillamente aprire il forno per controllare il processo, in quanto non sono presenti lieviti.