-->

Le carni bianche sono considerate dei piatti di media corposità, sia per il loro sapore delicato, ma anche perché vengono spesso preparate con metodi di cottura leggeri, che impiegano buone verdure, profumate spezie ed erbe aromatiche per creare esperienze culinarie eleganti e prelibate. Il vino ideale per le carni bianche, come il pollo e il tacchino, deve quindi essere rispettoso della loro composizione delicata, ma proporsi rinfrescante e cortese, per regalare un’esperienza completa al palato.

Se le carni vengono preparate con le spezie, come il pollo al curry, la noce moscata o con erbe aromatiche intense, l’abbinamento ideale è con i vini bianchi fruttati, come il meraviglioso Gewürztraminer, che con i suoi sentori aggrumati sa accompagnare le ricette di pollame spaziate in modo deciso ma equilibrato.

Le preparazioni classiche, come il pollo arrosto, la faraona al forno e anche il tacchino farcito possono essere accompagnate con vini rosati come il Lagrein, che sanno definire il sapore rustico del piatto e anche proporre un ottimo stacco amarotico che si contrappone alla dolcezza della carne bianca. Chi ama i rossi può invece indirizzarsi sui vini leggeri e mai corposi, vista le delicatezza della carne. Il Rossese della Riviera Ligure si rivela perfetto, così come i rossi leggeri della zona del Garda, come il profumato Bardolino.

Se la carne bianca è fritta o preparata in pastella è ideale pensare alle bollicine, ad uno spumante di classe o anche ad uno Sciampagna dei colli Berici, vini frizzanti cha sanno sciacquare il palato e rendere l’esperienza gastronomica più frizzante e piacevole.

La carne bianca come il vitello in carpaccio e soprattutto il vitello tonnato, può infine essere accompagnata con gli Chardonnay, vini bianchi che rispettano ancora una volta la delicatezza della carne, ma anche delle golose salse di accompagnamento a base di pesce o di verdura.