-->

La quinoa è una pianta erbacea originaria del Sud America di cui si utilizzano i semi interi o in forma di farina. Spesso associata ai cereali per l’alto contenuto di amido, in realtà la quinoa è una pianta della stessa famiglia delle barbabietole e degli spinaci.

Priva di glutine, è molto utilizzata per la realizzazione di prodotti per celiaci. La quinoa e i suoi frutti sono ricchissimi di proprietà nutritive e altamente digeribili. I semi della quinoa contengono molte fibre esali minerali, tra cui fosforo, zinco e magnesio, vitamina A ed E. Sono composti per il 60% da carboidrati e per la restante parte da proteine e grassi insaturi.

La quinoa viene venduta solitamente essiccata per prolungarne la conservazione. In cucina può essere utilizzata per la preparazione di zuppe e minestre o come contorno per accompagnare carne e pollo come si usa nei paesi d’origine. Una gustosa ricetta vegetariana e dietetica, ad esempio, è la quinoa con crema di carote speziate e zucca.

I semi sono molto versatili e possono essere utilizzati come il riso da condire o per farcire verdure. Ottimi sono i pomodori ripieni di quinoa. Prima di essere cucinati i semi di quinoa devono essere sciacquati abbondantemente per eliminare la saponina, una sostanza presente all’esterno dal gusto molto amaro. La quinoa si cuoce lentamente in una pentola con acqua in quantità doppia rispetto ai semi. E’ pronta quando i semi hanno assorbito tutta l’acqua. Una volta cotta può essere condita a piacimento. In estate è ottima per la preparazione di insalate fredde. Può essere utilizzata al posto del riso per preparare delle gustosissime polpette di quinoa da servire come antipasto o aperitivo.

La farina può essere utilizzata per la preparazione di biscotti, meno per i prodotti da forno per il suo scarso potere lievitante. Un ottimo abbinamento è con il miele.

In commercio si possono trovare tre varietà di quinoa: nera, gialla e rossa.