-->

L’aggettivo scandinavo non suona proprio bene nella mente di tante persone quando si pensa al cibo: probabilmente, ci si limita a immaginare i menù proposti dall’Ikea e poco altro, ma in realtà la cucina nordica ha parecchio da offrire. Da qualche tempo a questa parte si parla non a caso di “nuova cucina scandinava”, una moda che va oltre le polpette e il pesce sottaceto. Cerchiamo di capire meglio di cosa si tratta.

Il nuovo della cucina scandinava
Questa cucina è nuova non perché rivisita qualcosa che ormai ha fatto il suo tempo, ma proprio perché è nuova “di zecca”. I ristoranti danesi, svedesi, norvegesi e finlandesi trovano ancora spazio per piatti della tradizione, come ad esempio il pane di segale, il maiale arrosto con pelle croccante e il porridge di fragole, a patto che ogni ingrediente sia rigorosamente biologico. Quello che è nuovo riguarda la mentalità degli chef.

Sperimentazioni e creazioni
La nuova cucina scandinava ha fame (è proprio il caso di dirlo) di scoperte. In pratica, si sta parlando di un mix vincente di creatività e scientificità, in particolare se si guarda alle tecniche di conservazione sempre nuove. Esistono persino dei ristoranti che stanno sperimentando “azzardi” come insetti, licheni, aghi di pino e alghe marine. Molto interessante e ambizioso è anche l’aceto che viene ricavato dai cinorrodi della rosa canina.

L’importanza del clima
Questa cucina non può che tenere conto del clima dei paesi scandinavi. L’oceano ha ovviamente un’importanza strategica e mette a disposizione, nel periodo compreso tra giugno e agosto, tantissimo pesce, oltre alle già citate alghe (quasi a voler emulare la cucina giapponese) e bacche di diverso tipo. Fondamentale è la scelta degli ingredienti.

Le materie prime
Fino a qualche anno fa si importavano le materie prime dall’estero (in primis i ricci di mare dalla Francia), ma poi gli scandinavi si sono accorti che anche le loro acque erano piene zeppe di pesci di ottima qualità. Non è un caso se 15 anni fa cenare a Copenaghen o a Stoccolma significava scegliere tra cibo francese o italiano, mentre oggi tutto è cambiato.

Le ricette più ricercate
Si può fare un breve elenco delle ricette più ricercate di questa cucina, cominciando dal porridge di pane di segale con bacche fresche, miele e panna montata, proseguendo poi con il vitello arrosto con fagioli, limone e nocciole, le ostriche con cerfoglio e zenzero, e infine, ultimo ma non meno importante, il bacon con miele e mostarda accompagnato da verdure aromatizzate.