Persone
4

Cottura

Tempo realizzazione

Difficoltà
Facile

Ingredienti

per 4 persone

La verza rossa, chiamata anche cavolo rosso, è un ortaggio povero, molto conosciuto in tutta Europa ma poco apprezzato. Ricca di flavonoidi e conosciuta già dai romani, in passato è stata utilizzata come pianta medicinale per curare diverse malattie. Oggi la verza rossa è quasi sparita dalle nostre tavole, ma viste le sue proprietà nutritive è senza dubbio arrivato il momento di riproporla nei nostri menu. Per questo motivo, vi propongo oggi la ricetta della verza rossa stufata con vino e cumino, un contorno da gustare caldo oppure freddo, ottimo soprattutto per accompagnare secondi piatti a base di carne.

Preparazione - Verza rossa stufata con vino rosso e cumino

1. Lavate la verza e tagliate il gambo. Tagliate la verza a metà e poi a strisce fini, senza il gambo interno. Mettete la verza tagliata in una pentola profonda e larga, quindi aggiungete il succo di limone e mescolate.

verza stufata_proc1

2. Versate l’olio, quanto basta, sulla verza e mescolate nuovamente. Salate la verza ed aggiungete lo zucchero.

verza stufata_proc2

3. Aggiungete il cumino e il vino rosso. Rimescolate per bene tutto e lasciate macerare per almeno 30-40 minuti, o comunque fin quando la verza diventerà morbida ed inizierà tirar fuori il succo. Trascorso il tempo necessario, rimescolate la verza ed aggiungete ancora dell’olio. Mettete la pentola sul fuoco, cuocete la verza a fiamma bassa-media e poi a fiamma bassa per almeno un’ora. Durante la cottura, dopo circa 30 minuti, assaggiatela e aggiustate con il sale e lo zucchero, se necessario.

verza stufata_proc3

Servite la verza rossa stufata con vino rosso e cumino calda oppure fredda, secondo i vostri gusti e in base al tipo di secondo piatto che deve accompagnare.

verza stufata_

Trucchi e consigli

– Più lunga sarà la cottura della verza e migliore sarà il risultato finale. Il sapore aumenta stufandola a fuoco basso.

– Potete conservare la verza stufata in frigo per 4-5 giorni. Se aggiungete l’aceto balsamico potete conservarla anche di più.

– Potete servire la verza come contorno per secondi piatti a base di carne, ma anche per accompagnare delle patate, delle verdure grigliate o alcuni pesci di fiume. In alternativa, gustatela con un bicchiere di vino rosso e del buon pane per cena leggera e saporita.

– Provate anche i rigatoni con verza e salmone affumicato, un abbinamento che vi sorprenderà!