Vota questa ricetta

Persone
4

Cottura

Tempo realizzazione

Difficoltà
Facile

Ingredienti

per 4 persone

Le capesante, dette anche cappesante o pettini di mare, sono dei molluschi racchiusi tra due conchiglie che vengono spesso riutilizzate per la decorazione di piatti a base di pesce oppure per contenere antipasti.

Le capesante gratinate sono un antipasto gustoso, semplice da preparare ma di grande effetto sia per gli occhi che per il palato. Possono essere servite sia per iniziare una normale cena a base di pesce che in occasione di festività importanti come il cenone di Capodanno o la cena di Natale.

Preparazione - Capesante gratinate

1. Lavate bene le capesante sotto acqua corrente e spazzolatele per eliminare le impurità dalla conchiglia.

2. Mettetele in una padella con poca acqua tendendo la fiamma alta, in modo tale da farle aprire. Eliminate la conchiglia superiore e disponete le conchiglie con le capesante al loro interno in una pirofila.

3. Preparate un composto con il burro ammorbidito, il prezzemolo e l’aglio tritati finemente, il sale e il pepe. Distribuite il composto sopra i molluschi, spolverate con il pangrattato mescolato al formaggio grattugiato e ultimate con un filo di olio.

4. Informate a 180 °C per circa 15 minuti, fino a quando non si forma la crosticina dorata in superficie.

Trucchi e consigli

– Per rendere il ripieno più leggero si può eliminare il burro, mescolare gli ingredienti al pane grattugiato e aggiungere qualche cucchiaio di brodo, facendo però attenzione a non renderlo eccessivamente liquido.

– Il ripieno può essere arricchito con le spezie che più si preferiscono, ad esempio se si prediligono i cibi piccanti si può aggiungere del peperoncino. Piuttosto frequente anche l’utilizzo del timo.

– Non buttate via le conchiglie delle capesante, che possono essere utilizzate in svariate occasioni, ad esempio possono essere utili per servire in modo originale una semplice insalata di mare.

Provate anche la ricetta delle capesante al burro con vino rosè, da servire sempre come antipasto in alternativa alle capesante gratinate.

Vota questa ricetta