Persone
2

Cottura

Tempo realizzazione

Difficoltà
Facile

Ingredienti

per 2 persone

Il friggione bolognese, come facilmente intuibile dal nome, è una specialità bolognese, famosa in tutta l’Emilia Romagna. Si tratta di un piatto povero, ovvero un contorno realizzato con cipolle bianche, pomodori freschi, strutto, zucchero e sale. Il friggione è una vera e propria ricetta storica e la versione originale della preparazione è depositata presso la Camera di Commercio di Bologna. La preparazione del friggione bolognese è veramente facile, ma ci vuole del tempo per realizzarlo bene. Spesso viene preparato un giorno prima per lasciare le cipolle a macerare e per consentire al friggione di cuocere a lungo sulla fiamma bassa. Questo è il segreto di un friggione ben riuscito. Il friggione può essere mangiato con il pane, con la pasta o per accompagnare piatti a base di carne. Ma vediamo insieme come prepararlo.

Preparazione - Friggione bolognese

1. Sbucciate le cipolle e tagliatele molto finemente con una mandolina. Disponetele in un recipiente capiente e cospargetele con il sale grosso e con lo zucchero. Lasciate macerare per circa 3-4 ore.

Friggione bolognese procedimento

2. Le cipolle devono rilasciare tanta acqua, dopodiché sono pronte per la ricetta. Unite lo strutto e iniziate a cuocere le cipolle a fuoco lento per circa 2 ore, fin quando non diventeranno dorate e molto morbide, mescolando ogni tanto e se necessario e unendo pochissima acqua.

Friggione bolognese ricetta regionale

3. Sbollentate i pomodori e pelateli. Tagliateli a pezzettini ed aggiungeteli alla cipolla, quindi mescolate. Continuate cuocere il friggione ancora per 1-2 ore. Regolate tutto con il sale e il pepe (facoltativo). Servite subito il friggione oppure conservatelo in frigorifero.

Friggione bolognese conpomodori

Ed ecco il friggione bolognese pronto per essere servito. Provatelo spalmato su fette di pane abbrustolito, una vera bontà!

Friggione bolognese

Trucchi e consigli

– Se riuscite, evitate di aggiungere l’acqua. Tuttavia, può capitare che durante la cottura la cipolla inizi a bruciarsi e aggiungere dell’acqua sarà necessario per non compromettere il risultato finale. Aggiungetene massimo 1-2 cucchiaini, oppure in alternativa aggiungete del brodo vegetale.

– La consistenza del friggione deve essere quella di una crema densa. Le cipolle devono sciogliersi durante la cottura.

– Il friggione si conserva in frigorifero all’interno di un barratolo di vetro per qualche giorno. Consumatelo sia caldo che freddo per accompagnare piatti a base di carne, polenta o anche come condimento per la pasta.