Vota questa ricetta

Persone
4

Cottura

Tempo realizzazione

Difficoltà
Facile

Ingredienti

per 4 persone

Il panforte è un dolce natalizio tipico della Toscana e in particolare della città di Siena dove viene detto anche “panpepato” per la presenza di numerose spezie nell’impasto. Oggi può essere gustato tutto l’anno, ma in passato veniva preparato solo in occasione delle festività natalizie. Le sue origini si perdono nella notte dei tempi, tanto che si pensa che una versione di panforte venisse preparata già nel Medioevo. Croccante, profumato e speziato, è il dolce ideale per concludere in bellezza il pranzo di Natale, con la famiglia e con gli amici. Semplice da preparare, si conserva per diversi giorni. Vediamo gli ingredienti necessari per la preparazione di questo gustoso dolce tradizionale.

Preparazione - Panforte

1. Per preparare il panforte iniziate preparando tutti gli ingredienti necessari. Trasferite lo zucchero e il miele in un pentolino e scioglieteli a fuoco dolce, rigirando continuamente per evitare che si attacchino. Continuate a girare fino a quando non assumono un colorito brunastro.

panforte ricetta

2. Togliete lo sciroppo dal fuoco e aggiungete prima le mandorle e le noci. Unite anche la frutta candita e infine la farina, la cannella, la noce moscata e i chiodi di garofano. Mescolate per amalgamare tutti gli ingredienti tra loro.

panforte preparazione

3. Sistemate l’ostia su una teglia da forno e versatevi sopra il composto. Dategli una forma uniforme con una spatola e poi infornate a 150 °C per 30 minuti. Sfornate il panforte e ricopritelo di zucchero semolato o di zucchero a velo.

panforte procedimento

Il panforte è pronto per essere servito. Rifinite i bordi dandogli una forma quadrata o tonda secondo i vostri gusti.

panforte

Trucchi e consigli

Usate un pentolino antiaderente per sciogliere lo zucchero con il miele, così eviterete che si attacchino alla pentola.

– Cercate di mescolare gli ingredienti il più velocemente possibile, altrimenti lo sciroppo di zucchero e miele si raffredda e si solidifica.

Non versate la farina tutta insieme, ma un po’ alla volta, valutando quando è sufficiente.

Scoprite tutte le ricette e i prodotti tipici della Toscana.

Vota questa ricetta