-->

John Montagu: questo nome, senza altre precisazioni, non suggerirà probabilmente nulla di speciale, tantomeno a livello culinario. In realtà, se si aggiunge che questo militare, ammiraglio e diplomatico britannico vissuto tra il 1718 e il 1792 era anche conte di Sandwich, si capisce qualcosa di più. Montagu è considerato infatti l’inventore del sandwich, o tramezzino, una preparazione semplice ma di grande successo. Qual è la storia precisa del tramezzino?

Il primo tramezzino della storia
Montagu era anche un grande appassionato di carte e si cimentava in partite lunghissime. Nel corso di una di queste, ordinò dell’arrosto freddo servito tra due fette di pane senza crosta, così da non interrompere il gioco e cenare allo stesso tempo. Le altre persone che stavano a giocando a carte furono non poco colpiti da quella richiesta e pretesero che venisse loro servita la stessa pietanza. Un aneddoto che può sembrare banale e semplice, ma esistono altre versioni.

Altre versioni
In particolare, si racconta che il conte di Sandwich abbia mangiato il primo tramezzino della storia durante una partita di golf, altra grande passione. I suoi biografi, però, hanno spiegato come l’idea del sandwich moderno fosse venuta per evitare di stare lontano dalla scrivania, dato che Montagu era piuttosto impegnato nella sua attività di diplomatico.

Il tramezzino in Italia
La diffusione del tramezzino nel nostro paese si deve invece a un locale torinese, il Caffè Mulassano: il bar lo preparò per la prima volta nel 1925, dunque quest’anno si possono festeggiare i 90 anni del primo tramezzino italiano. Sempre in quell’anno, inoltre, venne coniato il nome utilizzato nella nostra lingua per descrivere il sandwich di Montagu. Il termine “tramezzino” si deve niente di meno che a Gabriele D’Annunzio, in un periodo in cui le parole anglosassoni dovevano essere forzatamente tradotte: il Vate optò proprio per tramezzino, vale a dire il diminutivo di “tra-mezzo”.

Il tramezzino veneziano
La principale affermazione di questo cibo nel Belpaese si è avuta senza dubbio nella città di Venezia: il clima umido di quest’ultima rende particolare il sapore, con il pane ancora più morbido. Il tipico accompagnamento, infine, è rappresentato dallo spritz a base di acqua gassata, vino bianco, ghiaccio, limone e, a scelta, bitter o Aperol.

Provate i tramezzini integrali con crema di ceci e stracchino, oppure optate per il classico sandwich al tonno, semplice ma di sicuro successo. E se il pane venisse sostituito dalle patate? Allora avremmo dei sandwich di patate, originali e gustosi!