-->

Una operazione semplice, ma che richiede comunque grande attenzione e dedizione. L’igiene deve essere sempre altissima quando si ha a che fare con molluschi come le cozze, altrimenti i rischi per la salute possono diventare seri: il primo consiglio, quello che può sembrare più scontato ma che spesso si ignora (magari per risparmiare a scapito della qualità), è di comprare soltanto cozze fresche. Per capire quanto siano fresche è sufficiente controllare i gusci, i quali devono essere chiusi, non devono aprirsi troppo facilmente, senza dimenticare l’aspetto asciutto che devono avere le cozze all’interno.

Il lavaggio delle cozze
La pulizia deve riguardare anzitutto le incrostazioni che si formano nei gusci stessi, mentre all’interno va rimosso il filamento. Soltanto dopo aver completato queste operazioni, le cozze possono essere considerate “pure” al 100% e quindi pronte per gli utilizzi più gustosi. Il primo passaggio è rappresentato dal lavaggio delle cozze sotto abbondante acqua corrente, con le temperature più fredde che sono senza dubbio preferibili.

Cosa bisogna eliminare
Una volta terminato il lavaggio, occorre dotarsi di un buon coltello da cucina e rimuovere tutti i cirripedi, i quali sembrano anch’essi simili a dei molluschi, ma che in realtà non sono altro che parenti stretti dei granchi e dei gamberi (quindi si tratta di crostacei). Sempre con il coltello si vanno ad eliminare le già citate incrostazioni che di solito sono presenti sul guscio. Dal lato della cozza, poi, si potrà notare un filamento: è il bisso, il quale non è commestibile e che va tolto utilizzando indice e pollice di una mano, mentre con l’altra si tiene ferma la cozza.

Gli ultimi passaggi prima della cottura
Un altro strumento da utilizzare è una spazzola rigida: in alternativa può andare comunque bene una retina di metallo, in modo da strofinare le cozze, una alla volta, mentre scorre l’acqua corrente. L’acqua è fondamentale per rimuovere gli eventuali residui. Dopo aver completato tutti questi passaggi, le cozze saranno pronte per le ricette più diverse. È consigliabile, tra l’altro, immergerle in un contenitore pieno di acqua fredda e sale per circa trenta minuti. Per realizzare il tutto in sicurezza bisognerebbe utilizzare dei guanti in lattice, visto che spesso le cozze possono essere scheggiate e taglienti.