Persone
2

Cottura

Tempo realizzazione

Difficoltà
Facile

Ingredienti

per 2 persone

Gli gnudi sono un piatto della cucina tradizionale toscana, chiamati anche malfatti oppure ravioli nudi. Sono molto delicati e leggeri, non hanno bisogno di grandi capacità tecniche né di ingredienti particolari. Vanno preparati con la ricotta e gli spinaci tritati, con aggiunta di parmigiano e pochissima farina. In effetti assomigliano agli gnocchi, ma sono molto più grandi. C’è chi li prepara con le uova, ma noi ne faremo a meno.

Preparazione - Gnudi

1. Scolate bene la ricotta. Lavate e tagliate finemente gli spinaci. Metteteli a cuocere in poco olio per circa 10 minuti. In una ciotola unite la ricotta con la farina e aggiungete il sale.

gnudi_proc1

2. Aggiungete il parmigiano e mescolate per amalgamare bene tutto. Fate raffreddare gli spinaci e tritateli in un mixer.

gnudi_proc2

3. Aggiungete gli spinaci al resto e mescolate per creare un composto omogeneo. Aggiustate con il pepe. Aiutandovi con un cucchiaio, dosate il composto. Passatelo velocemente nella farina, versata sul piano di lavoro, e lasciate asciugare. Nel frattempo preparate l’acqua per la cottura. Quando l’acqua bolle buttate gli gnudi e cuocete ancora 3 minuti dal momento in cui salgono a galla. Serviteli caldi, conditi con l’olio e salvia.

gnudi_proc3

Ed ecco una foto del piatto pronto:

gnudi_

Trucchi e consigli

– Potete condire gli gnudi con la cipolla soffritta, con la salsa di pomodoro o semplicemente con olio, aglio e peperoncino.

– Gli gnudi preparati con questa ricetta sono molto teneri e morbidi, se vi piace un impasto più duro e compatto, aggiungete un uovo e un altro cucchiaio di farina.

– Potete passare gli gnudi in forno oppure in padella.