Persone
6

Cottura

Tempo realizzazione

Difficoltà
Facile

Ingredienti

per 6 persone

L’insalata di rinforzo è un particolare contorno tradizionalmente presente soprattutto durante le festività natalizie sulle tavole napoletane imbandite a festa. Una ricetta davvero particolare già dal nome, in quanto veniva e viene preparata per “rinforzare” i piatti, solitamente di magro, serviti durante il cenone del 24 dicembre. Un’insalata molto semplice e con ingredienti poveri, ma carichi di gusto, poiché quasi tutti gli elementi che la compongono si conservano sotto aceto. Questo straordinario contorno è ancor più buono ed apprezzato se lasciato riposare un giorno in modo che tutti gli ingredienti si insaporiscano raggiungendo il massimo del gusto.

Preparazione - Insalata di rinforzo

1. Pulite il cavolfiore e dividetelo in cimette, quindi lavatelo in abbondante acqua corrente e se necessario tenetelo a bagno qualche minuto. Continuate lessando il cavolfiore in abbondante acqua già  salata ed una volta cotto scolatelo e lasciatelo freddare. Una volta freddo versatelo in una ciotola.insalata di rinforzo ingredienti

2. Preparate tutti gli ingredienti che vi serviranno per arricchire il cavolfiore precedentemente lessato, dunque unite le carote ed a seguire continuate unendo le olive verdi e le olive nere.

insalata di rinforzo procedimento

3. Continuate aggiungendo il peperone tagliato a filetti, i cetriolini ed  i capperi, che avrete dissalato sotto acqua corrente fredda.

insalata di rinforzo ricetta tradizionale

4. Come ultimo ingrediente unite i filetti di acciughe e passate a condire il tutto con l’olio extravergine di oliva e l’aceto di vino, mescolate bene tutti gli ingredienti ed aggiustate di sale. Servite il vostro contorno a temperatura ambiente.

insalata di rinforzo ricetta napoletana

Ed ecco l’insalata di rinforzo pronta per essere portata in tavola.

insalata di rinforzo contorno

Trucchi e consigli

– Se desiderate smorzare l’effetto acido degli ingredienti, sostituite le carote sotto aceto con delle carote fresche.

– Sebbene io non le abbia utilizzate, importanti in questa ricetta sono le “papaccelle” napoletane, ossia dei peperoni dolci o piccanti, conservati sotto aceto secondo tradizione.

– Secondo la tradizione, l’insalata di rinforzo andrebbe condita con 3 parti di olio e 3 di aceto di vino ma non tutti ne gradiscono la forte acidità, dunque condite sempre secondo il vostro gusto.

– Alcune varianti di questo piatto prevedono l’aggiunta di patate lesse e baccalà ammollato e lessato.

– In commercio è difficile trovare le carote sotto aceto in vasetti singoli, bensì in vasi con giardiniera mista, che se volete potete aggiungere per intero alla vostra insalata.