-->

Quella siciliana è una delle cucine del nostro paese che presenta i legami più solidi con la tradizione culturale e con il territorio: i piatti tipici e le ricette sono ricchi di gusto e tipicamente mediterranei, anche se non mancano le influenze greche e nordafricane. Ogni provincia della Sicilia è riuscita a farsi conoscere per una preparazione tipica, dunque andiamo ad approfondire quelle che sono le eccellenze migliori.

Pasta e riso
La pasta siciliana affonda le sue origini in un’epoca antichissima. Secondo i documenti storici, infatti, nel 1154 si fa riferimento a quelli che sono considerati gli antenati degli spaghetti, cioè la “tryia”. Le forme e i colori sono unici, si va dai timballi alle ricette più popolari, come ad esempio quella della pasta con le sarde. La pasta ncaciata, invece, è tipica del giorno di Ferragosto e con le verdure, il salame, la salsiccia e il formaggio come ingredienti principali. La coltivazione del riso, al contrario, è tornata attuale pochi anni fa, dopo una lunga tradizione ispirata alle abitudini alimentari degli Arabi: chi va in Sicilia non può non gustare gli arancini di riso, uno dei prodotti più famosi in assoluto e preparato in maniera differente a seconda della provincia in cui ci si trova.

Formaggi
Anche la produzione casearia siciliana è di primissima qualità. Ottimo è il Ragusano, un formaggio a pasta filata dura e dalla caratteristica forma a parallelepipedo: le forme vengono fatte maturate a coppie in cantine molto fresche. La pasta può essere dolce oppure piccante e saporita, a seconda della stagionatura. Il Canestrato si ricava al latte vaccino o misto con latte ovino e si presenta con una struttura piuttosto compatta. Gustosi e molto apprezzati sono anche il Pecorino Siciliano, le ricotte e le provole.

Verdure e frutta secca
Le verdure che si ritrovano più di frequente nell’enogastronomia siciliana sono senza dubbio le melanzane e il pomodoro ciliegino di Pachino. Nel primo caso si tratta di un ingrediente essenziale per molti primi piatti a base di pasta, per i timballi e la famosa caponata. Il pomodoro di Pachino è conosciuto in tutto il mondo e si è meritato la sua fama per la forma tipica, il sapore, la consistenza unica della polpa, la lucentezza e il contenuto molto alto di vitamine. Riguardo alla frutta secca, poi, la citazione d’obbligo è quella dei pistacchi di Bronte, dolci, aromatici e delicati allo stesso tempo, utilissimi per la preparazione di pesti o dolci.

Dolci
La pasticceria siciliana è capace di far ingolosire tutti, nessuno escluso. La cassata siciliana è probabilmente il dolce regionale più conosciuto: ha origini arabe e una preparazione lunga e laboriosa, con fichi, arance e cedri a caratterizzare la decorazione principale. Oltre alla granita di caffè con panna, inoltre, la cioccolata di Modica si fa apprezzare per la sua forma squadrata e una ricetta artigianale che ancora oggi viene rispettata in ogni singolo dettaglio.