Persone
6

Cottura

Tempo realizzazione

Difficoltà
Facile

Ingredienti

per 6 persone

I cantucci sono il biscotto più conosciuto della Toscana, soprattutto della zona di Prato, ma diffusi in tutta la regione. Vengono accompagnati dal vinsanto, in cui devono essere intinti, per ammorbidire l’impasto, decisamente croccante. Per avere questo risultato vengono tagliati dall’impasto ancora caldo, posizionati sulla griglia e fatti cuocere da entrambi i lati in modo da asciugarli. Diverse sono le versioni. La principale viene fatta con le mandorle, ma si trovano anche con gocce di cioccolato o pistacchi.

Preparazione - Cantucci ai pistacchi

1. Accendete il forno a 180 °C. Unite la farina e lo zucchero in un’unica ciotola. Aggiungete i pistacchi e la margarina.

cantucci ai pistacchi_proc1

2. Con l’aiuto di due coltelli, sminuzzate la margarina e i pistacchi per rendere il composto sbricioloso. Aggiungete le uova e proseguite impastando a mano fino ad avere una palla compatta.

cantucci ai pistacchi_proc2

3. Create due filoni non particolarmente larghi e infornateli per 30 minuti su carta oleata. La superficie deve risultare dorata. Sfornateli e lasciateli raffreddare per 15 minuti, poi tagliateli con un coltello seghettato come nella fotografia, a listarelle dello spessore di 2 dita. Adagiateli nuovamente sulla teglia, poggiati prima su un lato e poi sull’altro, e cuoceteli per 5 minuti ciascuno.

cantucci ai pistacchi_proc3

Ed ecco una foto dei cantucci appena sfornati:

cantucci ai pistacchi_

Trucchi e consigli

– Potete accompagnare questi biscotti, oltre che con il vinsanto, anche con del passito di Pantelleria.

– Provate a sostituire i pistacchi con i semi d’anice e un goccio di sambuca. Otterrete un profumatissimo biscotto ideale per accompagnare il caffè.