Persone
4

Cottura

Tempo realizzazione

Difficoltà
Facile

Ingredienti

per 4 persone

Ecco una ricetta alternativa al solito coniglio in umido per gustare questa ottima carne. Il coniglio ha una carne che tende a seccarsi in cottura, per questo motivo si prediligono preparazioni umide, in modo che la carne rimanga morbida ed appetibile. Per quanto il nome di questa ricetta possa portare a pensare che il coniglio gratinato possa essere secco e stoppaccioso perché cotto in forno libero, la particolare cottura scelta riserverà una notevole sorpresa. Provare per credere.

Preparazione - Coniglio gratinato

1. Iniziate con la preparazione della marinatura delle carni. Prendete le cosce ed intaccatele verticalmente seguendo l’osso fino a distaccarle ma non totalmente, quindi separate le carni e procedete ad una marinatura con olio e sale per 15 minuti rigirando la carne di tanto in tanto.

conoglio gratinato_procedimento1

2. In un vassoio ponete il pangrattato ed idratatelo con qualche cucchiaio di acqua, unite anche il grana, un pizzico di sale ed il prezzemolo. Amalgamate il tutto e impanate le cosce di coniglio.

coniglio gratinato_procedimento2

3. Foderate una teglia con carta forno ed adagiatevi sopra le carni, coprite il tutto con un altro foglio di carta forno e fate cuocere in forno a 200 °C per 30 minuti circa, trascorso il tempo eliminate il foglio di carta superiore e rigirate il coniglio facendogli ottenere una bella doratura, quindi servite caldo.

coniglio gratinato_procedimento3

Trucchi e consigli

– Il coniglio è una carne che spesso porta con se dell’aroma di selvatico, per eliminarlo alla marinatura unite qualche goccia di salsa worcestershire o di limone.

– Il pangrattato può anche essere reidratato con qualche goccia di latte.