Persone
4

Cottura

Tempo realizzazione

Difficoltà
Facile

Ingredienti

per 4 persone

Gli involtini di tacchino ripieni di speck e fontina sono uno sfizioso e saporito secondo piatto. Si preparano in poche mosse e sono pronti in pochissimi minuti. Per questa ricetta gli involtini saranno realizzati con il petto o la fesa di tacchino, che verrà farcita con un morbido ripieno di formaggio e speck che donerà alla carne un leggero sapore affumicato. Ottimi da mangiare caldi, ma non perdono fascino e sapore neanche freddi.

Preparazione - Involtini di tacchino ripieni di speck e fontina

1. Su un piano distendete le fette di fesa di tacchino e dividetele a metà nel verso della lunghezza, su di ognuna adagiate una fetta di speck ed un pezzetto di fontina.

involtini di tacchino_proc1

2. Arrotolate ogni fetta su se stessa partendo dal lato in cui avete posizionato la fontina, una volta fatto ciò, arrotolate ad ogni involtino una foglia di salvia e fermate il tutto con un paio di giri di spago.

involtini di tacchino_proc2

3. Fate sciogliere il burro in una padella e rosolate gli involtini, quando saranno ben dorati da entrambe le parti, salate e sfumate con il vino, quindi coprite e lasciate cuocere a fuoco basso per 15 minuti, infine spegnete e servite caldi.

involtini di tacchino_proc3

Ed ecco una foto del piatto pronto:

involtini di tacchino e speck_

Trucchi e consigli

– Se non trovate fette grandi andranno bene anche fette più piccole da non dividere, l’importante che siano lunghe in modo da poter arrotolare l’involtino.

– Per far si che la carne si insaporisca bene del profumo e del gusto della salvia, basterà preparare gli involtini qualche ora prima di cucinarli e lasciarli riposare in frigo, così la carne assorbirà gli odori della salvia.

– Se al tacchino preferite il pollo potete provare la ricetta degli involtini di pollo con speck, salvia e fontina.