Persone
4

Cottura

Tempo realizzazione

Difficoltà
Facile

Ingredienti

per 4 persone

La pasta con cavolfiore, salsiccia e zafferano è un primo piatto davvero invitante. Grazie a questo insolito abbinamento, è possibile scoprire particolari sapori che, nonostante l’apparente contrasto, creano un delizioso connubio. Il cavolfiore, spesso allontanato dalle tavole soprattutto per il suo forte odore, in questo piatto si presenta in maniera molto delicata, risultando così gradito anche ai più diffidenti.

Preparazione - Pasta con cavolfiore, salsiccia e zafferano

1. Sbollentate le cimette di cavolfiore in abbondante acqua salata per 10 minuti, scolatele e dividetele in cimette ancora più piccole; frullate le parti inferiori delle cimette con 1 bicchiere di acqua di cottura del cavolfiore.

pasta con cavolfiore e salsiccia_procedimento1

2. In un tegame profondo messo a scaldare sul fuoco fate rosolare la pasta di salsiccia fino a che non farà una crosticina croccante, dopodiché aggiungete le cimette di cavolfiore e fate insaporire il tutto per qualche minuto a fuoco vivo. Aggiungete la purea di cavolfiore e fate cuocere ancora a fuoco medio per qualche minuto.

pasta con cavolfiore e salsiccia_procedimento2

3. Intanto che il cavolfiore continua la sua cottura, sciogliete lo zafferano in un po’ d’acqua tiepida e unitelo agli altri ingredienti all’interno del tegame. Continuate la cottura per altri 5 minuti, dopodiché togliete dal fuoco e amalgamate al tutto una generosa manciata di prezzemolo tritato e di pepe macinato fresco.

pasta con cavolfiore e salsiccia_procedimento3

4. Lessate la pasta in acqua salata e scolatela molto al dente, in modo da finire la cottura nel condimento con qualche bicchiere di acqua di cottura della stessa. Una volta pronta mantecate il tutto con il grana grattugiato e il pecorino romano e servite il piatto molto caldo.

pasta con cavolfiore e salsiccia_procedimento4

Trucchi e consigli

– Per lessare la pasta è possibile utilizzare l’acqua il cui avrete precedentemente sbollentato il cavolfiore, questo le conferirà ulteriore sapore.

– Per non far diffondere l’odore del cavolfiore in casa, versate sempre due cucchiai di aceto nell’acqua in cui verrà lessato, che non potrà però poi essere utilizzata successivamente nel corso della ricetta.

– Nel caso in cui dovesse avanzare della pasta, basterà aggiungervi della scamorza e passarla al forno, dopo averla cosparsa di pangrattato.