Persone
4

Cottura

Tempo realizzazione

Difficoltà
Facile

Ingredienti

per 4 persone

Un secondo raffinato, ma semplice e goloso, è rappresentato dal petto di pollo al vino bianco con glassa al miele. Una carne cotta in maniera semplice, resa morbida dalla totale immersione nel vino bianco, priva di oli aggiunti perché cotta nella sua naturalezza e arricchita solo da qualche cucchiaio di miele che le conferirà una gradevole crosticina dolce e caramellata. Un secondo ottimo caldo ma anche freddo, affettato finemente e condito con qualche goccia di limone, o addirittura in un delizioso sandwich. Un piatto che si adatta ad ogni esigenza e dal sapore raffinato.

Preparazione - Petto di pollo al vino bianco con glassa al miele

1. Dividete il petto di pollo in due metà, eliminate l’eventuale grasso in eccesso mantenendo la pelle, adagiatelo in una scodella e ricopritelo con la marinatura a secco, dunque unite rosmarino, aglio e pepe, massaggiate la carne, copritela con della pellicola trasparente e lasciatela a marinare per un paio d’ore.

petto di pollo al vino_procedimento1

2. Scaldate una padella profonda e rosolate la carne partendo dal lato della pelle e dopo due minuti giratelo dall’altra parte. Adesso che sarà ben sigillato sarà possibile salare, dopodiché rigirate il pollo dalla parte della pelle ed unite il vino, coprite e lasciate cuocere una ventina di minuti, avendo cura di rigirare la carne di tanto in tanto.

petto di pollo al vino_procedimento2

3. Trascorsi i venti minuti, sciogliete i due cucchiai di miele con qualche cucchiaio del liquido caldo di cottura della carne, quindi unitelo al pollo e fate cuocere e restringere il fondo di cottura per altri 10 minuti, dopodiché servite la carne affettata sottilmente.

petto di pollo al vino_procedimento3

Ed ecco una foto del piatto pronto:

petto di pollo al vino bianco_

Trucchi e consigli

– Se preferite utilizzare un petto di pollo a commensale, sceglietene di più piccoli, di circa 200 grammi l’uno e serviteli interi.

– Cercate di cuocere sempre per più tempo il pollo dal lato della pelle in quanto se venisse cotto dalla parte della carne scoperta tenderebbe a seccarsi.

– Se preferite comunque eliminare la pelle, arrotolate i petti in qualche fetta di pancetta.

– Marinate la carne fuori dal frigo: tornerà a temperatura ambiente e durante la cottura rimarrà più tenera e succosa, cuocendosi uniformemente.