Persone
4

Cottura

Tempo realizzazione

Difficoltà
Facile

Ingredienti

per 4 persone

Il pollo è un ingrediente vincente per tanti motivi, è facile da cucinare, veloce, versatile e leggero; ma proprio per gli stessi motivi spesso si rischia di utilizzare sempre le stesse ricette. La carne bianca del pollo, invece, si abbina facilmente a salse ed ingredienti che possiamo utilizzare per la marinatura, per renderlo più ricco ed interessante. Nella ricetta che segue il pollo viene marinato nel succo di pompelmo, frutto dalle grandi caratteristiche nutrizionali, ricco di vitamine e proprietà antiossidanti che aiutano il fegato e a mantenere in un buono stato di salute le nostre vene.

Preparazione - Pollo marinato al pompelmo

1. Mettete a bollire le patate dolci in abbondante acqua salata e fate bollire per circa 15 minuti dal momento del bollore. Una volta cotte pelatele e tagliatele a spicchi non troppo grandi. Pelate e tagliate a spicchi larghi la cipolla rossa.

pollo marinato al pompelmo_procedimento1

2. Sistemate il pollo in una pirofila da forno dopo aver controllato che non ci siano residui delle piume o altri scarti. Aggiungete il succo del pompelmo, un filo d’olio e il timo, mescolate bene con le mani, massaggiando il pollo. Aggiungete poi la cipolla a spicchi e le patate dolci.

pollo marinato al pompelmo_procedimento2

3. Infornate dunque per circa 40 minuti a 190°C o fino a cottura ultimata, quando la pelle del pollo avrà fatto la crosticina. Nel mentre lavate l’insalata in una ciotola ampia, quando il pollo e le patate saranno pronti serviteli con l’insalata e non dimenticate di aggiungere un po’ del sughetto.

pollo marinato al pompelmo_procedimento3

Trucchi e consigli

– E’ bene bollire le patate dolci prima di metterle in forno poiché hanno una consistenza più dura rispetto alle patate gialle e rischierebbero di non cuocersi alla perfezione se messe solo in forno con il pollo.

– Aggiungete qualche spicchio di pompelmo nella pirofila con il pollo, per dare un tocco di colore e gusto in più al vostro piatto.

– Per lavare alla perfezione le foglie d’insalata, come anche le erbe, è bene riempire prima una ciotola con acqua fredda e poi aggiungere le foglie, per salvaguardarne l’aspetto, il colore e la forma.

– È una regola generale per quando si cucina carne o pesce, e soprattutto quando si maneggia e cucina il pollo, lavarsi bene le mani prima di toccare un altro ingrediente o un utensile, poiché il pollo crudo è portatore di un batterio che può causare intossicazione alimentare. Inoltre il pollo crudo non va mai lavato poiché con questa operazione non si fa altro che spargere il batterio nel lavandino e sul piano di lavoro.