Persone
4

Cottura

Tempo realizzazione

Difficoltà
Facile

Ingredienti

per 4 persone

Il tacchino al forno profumato alle erbe è un secondo piatto molto buono e leggero preparato con la coscia del tacchino, dalle carni molto morbide e saporite. Il piatto si divide in due cotture, la prima in padella, molto importante per sigillare la carne ed intrappolare all’interno i succhi della stessa, ed una seconda al forno, dove la carne termina la cottura insaporendosi con tutte le erbe. Ottimo servito caldo, questo piatto mantiene intatti tutti i sapori anche da freddo servito a fettine sottili con il fondo di cottura.

Preparazione - Tacchino al forno profumato alle erbe

1. Le erbe che profumeranno il tacchino in cottura dovranno essere ridotte in crema, dunque nel contenitore del mixer sistemate il prezzemolo, l’erba cipollina, la menta e la salvia, unitevi l’olio e il succo del limone con uno spicchio d’aglio a pezzetti, quindi azionate il mixer e frullate. Non appena l’intingolo sarà pronto unite il rosmarino, che dovrà rimanere intero, e i restanti spicchi d’aglio, sbucciati e tagliati a pezzi.

tacchino al forno profumato alle erbe_procedimento1

2. In una padella ben calda, preferibilmente antiaderente, che vi permetterà di non usare olio, sigillate i pezzi di tacchino da tutte le parti, quindi adagiateli in una teglia.

tacchino al forno profumato alle erbe_procedimento2

3. Coprite la carne con le erbette precedentemente frullate e salate il tutto, mescolate bene e senza coprire, terminate la cottura al forno per un tempo di 30 minuti circa e ad una temperatura di 250°C. Rigirate la carne qualora ce ne fosse bisogno ed una volta pronta servitela calda e con il fondo di cottura.

tacchino al forno profumato alle erbe_procedimento3

Trucchi e consigli

– Per la cottura del tacchino utilizzate una teglia nono troppo grande in modo che i pezzi di carne stiano stretti tra loro e mantengano la morbidezza senza seccarsi.

– Se in cottura sulla carne si dovesse formare una crosticina dura, rigiratela immediatamente e copritela con della carta argentata.

– Alle erbe utilizzate è possibile unirne altre a seconda dei gusti personali, stessa cosa vale anche per la quantità di ognuna di esse.