-->

Se vi diciamo Grecia cosa vi viene in mente? Non abbiamo dubbi che la prima risposta sia vacanza, sole e spiaggia ma la Grecia è un luogo da scoprire non solo d’estate; un luogo ricco di cultura e storia, anche gastronomica. Il risultato delle numerose invasioni ha portato a una cucina gustosa e ricca di sapori provenienti dai Balcani, dal Medio Oriente, dalla Turchia: quindi ecco al palato un mix di spezie, di olio extravergine, di aglio ma anche di frutta secca e cereali.

Oltretutto in numerosissime città italiane sono presenti uno o più ristoranti greci: dal semplice take away alla cena dipinta di bianco e di blu, i sapori del Peloponneso sono ormai conosciuti e parole come feta, olive Kelemata, pita e souvlaki non spaventano più. Ecco dunque i cinque piatti da non perdere della cucina greca.

METZEDES
Sono gli antipasti tipici greci. Un mix divertente che strizza l’occhio alle tapas spagnole. La più famosa è la salsa tzatziki (in versione light) che accompagna egregiamente la pita, ma anche olive, feta greca condita con l’olio extravergine o dolmades. Se volete provare a riproporre una cena tematica a casa con amici provate le nostre ricette: lasagne di peperoni e feta o magari calamari ripieni di feta e pomodori secchi.

KEFTEDES
Ossia polpettine fritte. Non avete che l’imbarazzo della scelta e vengono preparate sia con la carne che con le verdure. Le più famose sono fatte con le zucchine (kolokithea keftedes), i ceci (revithia keftedes), il pomodoro (tomatokeftedes), pesci (psarokeftedes) o erbe aromatiche (hortokeftedes).

IL PESCE
Le grigliate in Grecia diventeranno il vostro sogno costante appena tornati a casa. Da provare il polpo grigliato condito con olio e limone ma anche calamari, gamberi e sardine. Ottima alternativa i gavros marinatos (acciughe con origano, limone e olio),il lakerda (tonno marinato) o la psarosoupa (una gustosissima zuppa di pesce).

LA CARNE
La carne è un alimento molto amato in Grecia sia essa di agnello, di maiale, di pollo o di manzo. Nelle preparazioni da provare vi suggeriamo il classico souvlaki ossia carne allo spiedo che troverete ovunque: dai banchetti ai ristoranti vengono proposti alternati a verdure o abbinati a diverse salse. Alternativa è il paidakia, un piatto a base di costine di agnello alla griglia (da mangiare rigorosamente con le mani) e le brizoles, bistecche di maiale o manzo cotte sulla griglia

LA VERDURA
Non pensate neanche per un secondo all’insalata greca.
La stagionalità in Grecia è una cosa seria quindi le meravigliose insalate come la horiatiki salata (pomodori, cipolle, peperoni, cetrioli, olive e feta) vi saranno proposte solo d’estate; d’inverno non sarebbero nemmeno l’ombra dell’esplosione di gusto che sono sei mesi dopo. Quindi quali alterative provare nei mesi freddi?
Le patate ad esempio, il cui massimo esempio è la patata salata i cui ingredienti sono patate, cipolle, prezzemolo, olio e succo di limone. A base di verdure anche pomodori e peperoni ripieni di riso e carne (o di cipolle in una versione veggie) oppure le melanzane siano esse a base della famosa moussakà o proposte fritte o in insalata.