Persone
4

Cottura

Tempo realizzazione

Difficoltà
Facile

Ingredienti

per 4 persone

Il fegato alla veneta è un piatto tipico della tradizione culinaria veneta. Il sapore deciso della carne di fegato si mescola con quello dolce delle cipolle per un connubio di sapori decisamente gradevoli al palato. Prepararlo è davvero semplice, dopo aver fatto riposare il fegato nell’aceto per smorzarne un po’ il sapore, lo si fa saltare in padella con le cipolle, che la tradizione vuole siano quelle bianche di Chioggia naturalmente. Il tutto, dopo essere stato sfumato con il vino rosso può essere servito come secondo piatto a base di carne amato non solo nel veneto ma in tutta Italia.

Lo sapevate che originariamente questa ricetta prevedeva l’uso dei fichi al posto delle cipolle? Con il tempo poi i veneziani sostituirono questo frutto con le cipolle facendo diventare questo piatto un simbolo della loro cucina.

Preparazione - Fegato alla veneta

1. Per preparare un buon fegato alla veneta, per prima cosa prendete le bistecche di fegato di vitello, ponetele sopra un tagliere e tagliatele a pezzi. Poi travasatele in una terrina insieme ad un bicchiere di aceto e lasciatele a bagno per almeno due ore.

fegato alla veneta proc 1

2. Dopo averle sbucciate, tagliate a fette le cipolle, mettetele in una padella dove avrete fatto scaldare dell’olio extravergine di oliva e fatele soffriggere per 10 minuti senza farle bruciare.

fegato alla veneta proc 2

3. Mettete il fegato in uno scola piatti e sciacquatelo qualche istante per lavare via l’aceto, poi mettetelo nella padella insieme alla cipolla, aggiungete il sale, un pochino di rosmarino e fate cuocere il tutto per 15 minuti.

fegato alla veneta proc 3

Dopo aver sfumato con il vino rosso mescolato alla farina, ecco pronto il fegato alla veneta.

fegato alla veneta foto fine procedimento

Trucchi e consigli

– Quando lasciate a bagno il fegato nell’aceto tenetelo in frigorifero per un giusto mantenimento.

– Se non gradite il sapore dell’aceto potete sostituirlo con il succo di limone.

– Questo piatto riscaldato perde la sua tenerezza, quindi è consigliabile mangiarlo subito dopo cotto.

Provate anche un altro piatto simbolo di questa regione, la pasta e fagioli alla veneta.