Persone
2

Cottura

Tempo realizzazione

Difficoltà
Facile

Ingredienti

per 2 persone

Nella tradizione culinaria della cucina povera la polenta fritta veniva preparata con gli avanzi, ma oggi è cucinata appositamente. È una preparazione originaria di Lazio e Campania, ma diffusa anche in Toscana, Marche e Umbria. La polenta cotta viene raffreddata, poi tagliata solitamente a bastoncini  e alla fine fritta in strutto, burro (anche il burro fatto in casa oltre a quello acquistato al supermercato) oppure olio di semi. La croccante crosticina che si crea intorno ai bastoncini di polenta (o fette o triangolini) non lascia nessuno indifferente.

Preparazione - Polenta fritta

1. Portate ad ebollizione l’acqua con il sale. Versate dentro la polenta a pioggia e mescolate. Cuocete a fuoco basso per almeno 30-40 minuti, mescolando continuamente.

polenta fritta_proc1

2. Fate raffreddare la polenta e versatela sopra un foglio di carta da forno. Avvolgetela nella carta, creando una specie di mattonella. Mettetela in frigorifero fino al completo indurimento. Tagliate la polenta a fette spesse.

polenta fritta_proc2

3. Tagliate ogni fetta in due, in modo da ottenere dei bastoncini ben grossi. Cospargete i bastoncini con la polenta. Riscaldate l’olio di semi in una pentola. Friggete pochi bastoncini alla volta fino alla doratura desiderata. Trasferite la polenta fritta su della carta assorbente alimentare per eliminare l’eccesso di olio e servitela in tavola ben calda.

polenta fritta_proc3

Ed ecco una foto della polenta fritta pronta per essere servita:

polenta fritta_

Trucchi e consigli

Mescolate la polenta durante la cottura per evitare eventuali grumi, la bruciatura sul fondo della pentola e una cottura non omogenea.

– La polenta fritta a Napoli viene preparata a forma di triangolini e chiamata “scagliozzi” (oppure “scagliuozzi”). Viene venduta tagliata a triangoli o rettangoli nei chioschi e nelle friggitorie della città.

– La polenta è pronta quando inizierà staccarsi dalle pareti.

– Tagliate la polenta abbastanza spessa, altrimenti le fette oppure i bastoncini, se troppo fini, risulteranno asciutti e duri.

– La polenta può essere utilizzata anche per ottenere una gratinatura croccante: provate ad esempio i finocchi gratinati con la polenta.