-->

Il forno a microonde rappresenta una invenzione molto utile per chiunque abbia voglia di velocizzare i tempi in cucina, ma gli inconvenienti e gli imprevisti sono sempre dietro l’angolo. A chi non è mai capitato di vedere scintille pericolose o un piccolo principio di fiamma? Capita più spesso di quanto si possa pensare: questo forno esiste ormai da parecchio tempo, purtroppo rimane una sorta di mistero per molti di noi. Riesce a cuocere cibi in pochissimi minuti, ma non tutti: ecco perché sono necessari una serie di consigli su quello che non bisogna mettere nel microonde.

Contenitori di cibo cinese
Il take-away dei ristoranti cinesi è utile e pratico, ma per riscaldare il cibo si deve evitare il microonde. In effetti, l’errore è piuttosto diffuso, il cartone rischia di prendere fuoco in tempi rapidi, come succede anche con il metallo (forchette, coltelli e cucchiai sono tassativamente vietati).

Buste del pranzo
Anche queste buste hanno un aspetto apparentemente rassicurante e innocuo (il classico esempio è quello dei fast-food): gli involucri di carta e plastica in cui è contenuto il cibo non possono essere inseriti nel microonde se si vogliono evitare fumi a dir poco tossici.

Vasetti di plastica
I vasetti di yogurt oppure quelli che contengono margarina o altre salse per il condimento non dovrebbero essere utilizzati all’interno di questi forni. Sono infatti messi in commercio per un unico utilizzo, dunque non resistono alle alte temperature: inoltre, la plastica potrebbe fondersi e mescolarsi pericolosamente col cibo.

Uova
Riguardo alle uova, vi può essere la tentazione di cuocerle o bollirle più velocemente, ma sarebbe una scelta sbagliata: il rischio è quello di ottenere tanto sporco da pulire nel forno, dato che le microonde tendono a creare vapore all’interno dell’uovo, il quale reagisce con un’esplosione. Questo non vuol dire però che non si possano cuocere le uova nel microonde, ma solo che è necessario farlo prestando le dovute attenzioni. Ad esempio, ecco tre modi per cuocere le uova nel microonde.

Frutta
Alcuni frutti sono capaci di resistere a un calore così altro, ma ovviamente non tutti: ad esempio, i grappoli d’uva sono quelli che esplodono più velocemente, mentre l’uvetta tende a formare una spessa coltre di fumo.

Peperoncini
C’è poco da stare allegri persino con i peperoncini. Dopo averli cotti al microonde, infatti, c’è il rischio che siano state rilasciate sostanze chimiche in grado di bruciare gli occhi e la gola.

Carta argentata
L’alluminio o carta argentata viene sfruttata ampiamente per conservare diversi alimenti, peccato che all’interno del microonde non si comporti altrettanto bene: ancora una volta si tratta di un metallo lavorato e lo sviluppo delle fiamme è praticamente certo.

Per contro, ecco delle preparazioni in cui il microonde è assolutamente utile:
Come essiccare le erbe al microonde
Come preparare caramelle mou al microonde
Come preparare donuts in tazza, usando il microonde.