Persone
4

Cottura

Tempo realizzazione

Difficoltà
Facile

Ingredienti

per 4 persone

Un primo piatto dal titolo molto scenografico ma dal sapore semplice, fatto di pochi ingredienti freschi e saporiti. Gli spaghetti alla Traviata sono un omaggio alla celebre opera verdiana, ma anche un omaggio a Giuseppe Verdi stesso ed al suo grande amore per l’Italia, patria natia, ed alla cucina di questa terra, in particolare alle eccellenze della sua Emilia. A lui sono stati dedicati molti piatti, anche da chef internazionali, e questi spaghetti sono una dedica alla patria, in quanto nei loro colori rivive la bandiera italiana. Un primo veloce, fresco e molto adatto alla bella stagione, buoni anche se cucinati con anticipo e tenuti a riposare in frigo, anzi, forse ancora più buoni, in quanto tutti gli ingredienti si insaporiranno tra loro rendendo il piatto ancor più appetitoso.

Preparazione - Spaghetti alla Traviata

1. Parte fondamentale di questo piatto è il condimento, un condimento a freddo realizzato con ingredienti leggeri e tipicamente italiani, come il pomodoro, l’aglio ed il basilico fresco. Per prima cosa lavate i pomodori e sbucciate l’aglio, tagliate i pomodori a piccoli pezzi mantenendo anche la parte interna che donerà sugosità al piatto, quindi trasferiteli in una ciotola ed aggiungete lo spicchio d’aglio, precedentemente pulito e schiacciato.

spaghetti alla traviata_proc1

2. Continuate ad aggiungere gli ingredienti nella ciotola, ovvero il basilico lavato e tritato. Dopo aver fatto ciò, salate leggermente il pomodoro e condite con un generoso filo d’olio, quindi lasciate il tutto a riposare per una decina di minuti in modo che i pomodori, per effetto del sale, tirino fuori tutta la loro acqua di vegetazione, ottima per condire la pasta (che poi la assorbirà).

spaghetti alla traviata_proc2

3. In una pentola capiente portate a bollore dell’acqua salata e cuocetevi dentro gli spaghetti per il tempo riportato sulla loro confezione. Scolate la pasta bene al dente e versatela nella ciotola dove sono contenuti i pomodori. Mescolate tutti insieme gli ingredienti fino a che non si saranno amalgamati bene. Eliminate l’aglio ed arricchite la pasta con un ulteriore filo di olio, quindi servite.

spaghetti alla traviata_proc3

Ed ecco una foto del piatto pronto:

spaghetti alla traviata_

Trucchi e consigli

– Il basilico, una volta tritato, si ossida molto facilmente e acquista un colore nero. Per evitare ciò, sminuzzatelo con le mani o in alternativa con un coltello di ceramica che ne evita l’ossidazione.

– Questa pasta estiva può essere preparata anche nei mesi più freddi, basterà far saltare in padella la pasta già condita. In questo modo tutti gli ingredienti diverranno tiepidi e così più appetibili.

– Se vi piacciono i primi piatti conditi con il pomodoro allora dovete assolutamente provare la pasta risottata al pomodoro, un’alternativa ai classici spaghetti al pomodoro, oppure un piatto assolutamente inconsueto: gli spaghetti crudisti di zucchine con pomodoro.

Scoprite la passione culinaria di Giuseppe Verdi: le ricette che amava di più.