-->

Puntuale come ogni anno, a fine marzo è arrivata l’ora legale e gli italiani hanno già spostato in avanti di 60 minuti le lancette dell’orologio. Con l’ora legale si risparmia energia, si gode di un’ora di luce di più, ma ci sono le inevitabili conseguenze sul metabolismo (cambiamento dei ciclo del sonno, nervosismo, malumore e via dicendo, tanto per citarne solo alcuni) che necessita, almeno per i primi giorni, di un certo assestamento. Se si dorme un’ora di meno infatti è anche vero che il rischio insonnia è dietro l’angolo: niente paura però perché per arginare il rischio di passare le notti in bianco e superare brillantemente il cambio d’ora basta scegliere gli alimenti giusti.

Secondo un elenco stilato dalla Coldiretti, latte e riso in primis possono aiutare a combattere efficacemente il rischio insonnia che colpisce circa 12 milioni di italiani. Nella dieta quotidiana andrebbero inseriti anche la lattuga, il radicchio, l’aglio, i formaggi freschi, le uova bollite: si tratta di alimenti particolarmente indicati per poter affrontare al meglio il passaggio dalla stagione invernale alla stagione primaverile. Meglio evitare invece cibi conditi con curry, pepe, paprika e troppo sale che potrebbero causare serie difficoltà ad addormentarsi. Poco prima di andare a letto andrebbero banditi anche alimenti e bevande eccitanti come il cioccolato, il cacao, il , il caffè e ovviamente i superalcolici. Meglio puntare su infusi e tisane dolcificati con miele per distendere la mente e il corpo. In generale è sempre consigliabile andare a letto non troppo sazi, né a stomaco vuoto, condizioni che potrebbero compromettere il buon riposo.