Persone
4

Cottura

Tempo realizzazione

Difficoltà
Facile

Ingredienti

per 4 persone

Il tipico secondo dell’isola di Ischia è proprio questo fantastico coniglio, chiamato proprio all’ischitana, in quanto preparato con un particolare coniglio dell’isola, ossia il coniglio di fossa. Un piatto semplice sia nella preparazione sia negli ingredienti, questi ultimi, infatti, sono davvero pochi ma veramente saporiti, come ad esempio l’aglio, utilizzato in grandi quantità, affiancato ad un leggero tocco di piccante dato dal peperoncino rosso; importante in questo piatto mantenere anche parti dell’animale solitamente scartate, quali la testa ed il fegato. Il coniglio all’ischitana può divenire anche un prelibato condimento per un buon piatto di bucatini.

Preparazione - Coniglio all’ischitana

1. In un tegame capiente e profondo, versate un generoso quantitativo di olio extravergine ed unitevi il peperoncino tagliato in pezzi, quindi lasciate scaldare. Non appena l’olio inizia a sfrigolare, salatelo con poco sale grosso e adagiatevi sopra i pezzi di coniglio. Lasciateli rosolare bene da entrambe le parti per una decina di minuti.

coniglio ischitana_proc1

2. Lavate bene il prezzemolo e pelate l’aglio, quindi iniziate a tritare il prezzemolo e a schiacciare l’aglio, dopodiché realizzate un trito fine ed omogeneo di questi due ingredienti.

coniglio ischitana_proc2

3. Unite il trito al coniglio, unite gli odori come la salvia, la foglia di alloro ed il rosmarino.

coniglio ischitana_proc3

4. Sfumate il coniglio con il vino bianco, coprite e lasciate cuocere per una trentina di minuti a fuoco leggero e con coperchio. Trascorsi i 30 minuti aggiungete i pomodori lavati e tagliati a listarelle, aggiustate di sale e continuate la cottura per altri dieci minuti. Una volta che il consiglio sarà pronto servitelo caldo con il sughino di accompagno.

coniglio ischitana_proc4

Ed ecco una foto del piatto pronto:

coniglio ischitana_

Trucchi e consigli

– Il prezzemolo e l’aglio posso anche essere ridotti in purea con l’ausilio di un mortaio.

– Tradizionalmente il coniglio all’ischitana viene cotto in un tegame di terracotta a fuoco lentissimo.

– Una buona rosolatura a fuoco sostenuto, aiuta la carne a perdere un po’ del suo gusto selvatico.

– Provate anche il coniglio gratinato, il coniglio alla cacciatora e il coniglio al marsala.