-->

I dibattiti che nascono in cucina sono spesso molto seri e non ammettono alcun errore: per non trovarsi mai impreparati bisogna conoscere le differenze tra prodotti che possono sembrare simili, ma soltanto all’apparenza. Un esempio perfetto è quello dei cupcake e dei muffin. Più piccoli i primi e di dimensioni maggiori i secondi, ma non si tratta solamente di questo: come si possono distinguere allora senza problemi?

Storia e origine
I muffin sono nati in Inghilterra nel periodo Vittoriano ed erano un cibo tipico della servitù, visto che si utilizzavano avanzi di pane e ritagli di biscotti insieme a patate schiacciate per ottenere una sorta di dolcetto. La forma più tipica a quella attuale, comunque, è merito dell’approdo negli Stati Uniti. In effetti, i muffin inglesi sono tipicamente piatti e cotti alla griglia, mentre quelli americani vengono resi più soffici dal lievito chimico. I cupcake sono nati invece in territorio americano verso la fine del XVIII secolo come dolci comodi e da sistemare nelle tazze.

Le caratteristiche di cupcake e muffin
La caratteristica principale dei cupcake si può intuire dal loro nome così caratteristico. In effetti, possono essere definiti delle torte in miniatura: ecco perché si utilizza la farina per dolci per rendere il tutto più leggero e soffice. Nel caso dei muffin, invece, si possono utilizzare anche altri tipi di farine, il che rende la consistenza un po’ più densa: tra l’altro, nei muffin si preferisce l’olio al posto del burro.

Procedimento
Una differenza importante è proprio quella del procedimento. L’impasto dei muffin si ottiene mescolando farina, lievito, sale, cacao o spezie separatamente da uova, olio, latte o yogurt. Quello dei cupcake, al contrario, è un metodo diverso: in pratica, il burro viene inizialmente montato con lo zucchero e poi si procede a mescolare quanto ottenuto con tutti gli altri ingredienti.

La versione salata
Soltanto i muffin hanno una versione salata oltre che dolce. I cupcake sono esclusivamente dolci e possono essere preparati utilizzando la frutta, come nel caso dei cupcake con crema al limone, leggeri e perfetti per il periodo estivo, oppure i cupcake al cocco con frosting al cioccolato; altra variante gustosa e ideale per una merenda sostanziosa è quella dei cupcake al caffè. Al contrario, i muffin si fanno apprezzare sia dolci che salati: nel primo caso vi consigliamo di provare i muffin ai mirtilli o i muffin all’arancia per un momento di puro relax, mentre in un ottimo aperitivo non possono mancare due ricette ricercate come quella dei muffin con salmone affumicato e porri e quella dei muffin salati con peperoni e cipolla caramellata.

Decorazione
Un’ultima differenza da notare tra muffin e cupcake riguarda la decorazione. I muffin vengono normalmente decorati in maniera semplice: a colazione servono soprattutto per fermare il primo appetito della giornata e non si guarda molto all’aspetto finale. I cupcake si caratterizzano per la ghiaccia reale che li ricopre, la pasta di zucchero colorata, la crema al burro oppure la ganache al cioccolato.