-->

Il problema delle uova può essere quello di non sapere come sfruttare i tuorli avanzati, magari dopo aver preparato delle meringhe o altri tipi di dolci. Esistono diversi modi per evitare questo spreco, idee deliziose che devono comunque tenere in considerazione alcuni accorgimenti: in particolare, bisognerebbe mescolare i tuorli con un po’ d’acqua prima di conservarli nel frigorifero, così da farli durare almeno due o tre giorni in più.

Dolci e gelati
Festeggiare una ricorrenza come un compleanno può essere l’occasione giusta per il primo consiglio: si possono infatti utilizzare i tuorli avanzati per realizzare dolci gustosi come la bavarese, i biscotti al caffè, budini, ciambelloni e anche del buon gelato. Ovviamente non può essere dimenticato lo zabaione (4 tuorli, 4 cucchiai di zucchero e 4 cucchiai di Marsala), forse la ricetta che viene subito in mente quando si pensa ai tuorli.

Pasta
Le fettuccine Alfredo rappresentano uno dei primi piatti più veloci e semplici da realizzare: come è noto, bisogna condire questa pasta esclusivamente con burro e Parmigiano Reggiano. Il piatto, molto apprezzato soprattutto negli Stati Uniti, ha bisogno di una crema morbida e avvolgente come condimento: due tuorli avanzati possono essere aggiunti alla salsa per conferire una maggiore cremosità.

Frullati di frutta
I tuorli avanzati arricchiscono il contenuto di proteine, di omega-3 e di altri nutrienti fondamentali per il nostro organismo quando si prepara un frullato di frutta. Il consiglio è quello di aggiungere due o tre tuorli al latte e alla frutta per poi frullare: la consistenza sarà molto simile a quella di un vero gelato.

Crema pasticcera
La crema pasticcera è una ricetta ideale per diversi utilizzi: è perfetta sia da sola sia come farcia per altri dolci o per la decorazione di una torta di compleanno. La crema pasticcera classica, così come pure la crema pasticcera al cioccolato, si prestano molto bene come accompagnamento per i biscotti secchi, magari da degustare all’ora del tè.

Salsa olandese
La salsa olandese è una preparazione versatile e gustosa che si utilizza soprattutto nei secondi piatti a base di carne e nei secondi piatti a base di pesce, ma si sposa bene anche con le verdure. La ricetta prevede l’utilizzo di burro, aceto di vino bianco, scalogno, pepe bianco, sale, succo di limone, vino bianco e soprattutto due tuorli d’uovo. Si può provare la salsa sugli asparagi e sul salmone alla griglia, avendo cura di non esagerare, dato che si tratta di una preparazione piuttosto calorica. Stesso discorso vale anche per la maionese, ottima per accompagnare un buon piatto di patatine fritte.

Scoprite un modo curioso per dividere il tuorlo d’uovo dall’albume